Una tutina per eliminare l’ittero nei neonati

Il primo ospedale ad usufruire della tutina per sconfiggere l’ittero nei neonati è quello di Novi Ligure. Nel reparto di ostetricia dell’ospedale San Giacomo infatti, è arrivata la tutina che prende il nome di Bilibed. Bilibed un’apparecchiatura medica con la quale attraverso una tutina consente di trattare l’ittero presente nei neonati senza che venga interrotto il rapporto che si instaura da subito tra la mamma e il bimbo attraverso il contatto, molto importante soprattutto nei primi giorni di vita. Bilibed si può descrivere come un sistema per fototerapia composto, da una parte da una culla speciale che emette raggi UV

Il primo ospedale ad usufruire della tutina per sconfiggere l’ittero nei neonati è quello di Novi Ligure. Nel reparto di ostetricia dell’ospedale San Giacomo infatti, è arrivata la tutina che prende il nome di Bilibed.


Bilibed un’apparecchiatura medica con la quale attraverso una tutina consente di trattare l’ittero presente nei neonati senza che venga interrotto il rapporto che si instaura da subito tra la mamma e il bimbo attraverso il contatto, molto importante soprattutto nei primi giorni di vita.

Bilibed si può descrivere come un sistema per fototerapia composto, da una parte da una culla speciale che emette raggi UV e dall’altra parte, da una tutina con il fondo trasparente. La speciale apparecchiatura è in grado di raccogliere tutte le radiazioni luminose e le concentra sul corpo del neonato senza dispersioni.

I risultati di questo procedimento è sicuramente migliore rispetto a quelli tradizionali. Fino a poco tempo fa, il neonato rimaneva tutto il tempo necessario per la cura dell’ittero nel nido dell’infanzia, sotto una lampada a raggi ultravioletti. In questo caso però si dividevano mamma e neonato , e rimanevano vicini solo per il tempo utile all’allattamento.

L’acquisto di questa speciale tutina all’ospedale di Novi Ligure è stato conciliato dall’Associazione dei ristoratori della Val Borbera duranta la serata “Chef  for children” , condotta da Idris Sanneh. Durante la manifestazione  sono stati venduti all’asta cimeli sportivi. Il ricavato è stato devoluto per l’acquisto dell’apparecchiatura presso l’Ospedale San Giacomo di Novi Ligure.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *