Seggiolone

Il seggiolone è un accessorio indispensabile in ogni casa in cui c’è un bambino in fase di svezzamento. Quando infatti il bimbo è abbastanza grande da poter stare seduto è impossibile rinunciarci. Dall’alto dei suo “trono” il bimbo potrà esplorare il mondo che lo circonda da un’altra prospettiva e potrà adottare nuovi modi per comunicare con chi sta attorno a lui.

Questo oggetto è talmente di uso comune nella nostra cultura che tutti ne conoscono l’uso e le funzioni. Accompagna tutti i bambini nel corso del loro sviluppo e segna una fase del suo sviluppo, quella intermedia tra il periodo neonatale, durante il quale il bimbo viene allattato al seno della madre e quella che lo vede oramai abbastanza cresciuto da poter star seduto come i grandi su una sedia normale.

La comodità del seggiolone

Il seggiolone, quindi è un passaggio fondamentale nella crescita di un bambino perché lo aiuta a conoscere il mondo attorno a lui e lo stimola a adottare nuovi modi per relazionarsi con gli altri. Da questo “trono” il mondo ha un aspetto diverso e anche le relazioni si rinnovano.

Da questa posizione, seduto sul seggiolone,  il bambino partecipa di più alla quotidianità della famiglia e si sente maggiormente coinvolto, quindi sperimenta nuove capacità e si misura con un nuovo modo di interagire. Sedersi attorno ad una tavola per un adulto è un’azione estremamente semplice e abitudinaria ma un bambino vede in questo una novità, una scoperta. Quasi sempre infatti una volta avvicinato alla tavola imbandita il bambino si diverte e manifesta un senso di piacere e di euforia

Al divertimento e alla curiosità spesso segue una irresistibile voglia di muoversi liberamente per afferrare e toccare tutto quello che c’è intorno. Tutto questo serve per dire che il seggiolone è davvero cruciale nello sviluppo di ogni bambino. Grazie alla tavolozza posta davanti a lui, sul seggiolone, il bimbo i darà da fare per sperimentare e scoprire una nuova postura che sarà sua per tutta la sua vita. Alcuni modelli permettono di modificare la posizione e di permettere al bambino di sdraiarsi, tare seduto e dondolare.

In questo modo il seggiolone diventa per lui un gioco e ne sentirà il bisogno. L’importanza di questo oggetto però non è solo per il bambino ma anche per i genitori, i quali potranno osservare e sorvegliare il proprio pargolo senza doverlo tenere in braccio e quindi liberi di mangiare senza complicazioni. Visto dal punto di vista del bambino il momento del pasto potrebbe risultargli interessante e divertente perché lo vede come un gioco da condurre insieme alla propria famiglia.

Seggiolone per bambini

Sicurezza del seggiolone

I modelli di seggiolone disponibili oggi sul mercato, nella maggioranza dei casi sono dotati di un sistema di sicurezza che può essere più o meno affidabile a seconda dei casi. Si tratta dello sparti gambe e della cintura di sicurezza. Con questi due sistemi di sicurezza esso dovrebbe risultare stabile e permettere al bambino di muoversi anche con insistenza. Inizialmente il bambino non si sentirà molto comodo a starvi seduto e le prime volte si agiterà ed inizierà a dimenarsi per attirare l’attenzione dei genitori affinché lo prendano in braccio.

A proposito di sicurezza ricordiamo che neanche i migliori modelli di seggiolone, dotati di cinture di sicurezza e di ottima qualità potranno garantirvi il 100% di stabilità; il bambino si muove spesso con tenacia quindi è raccomandabile non lasciarlo mai da solo quando vi è seduto. I bimbi infatti sono vivaci e possono cadere accidentalmente oppure il seggiolone può cedere quindi occorre sempre una sorveglianza sul bimbo seduto sul seggiolone.

Non trascurate l’aspetto igienico e scegliete un modello di seggiolone che si possa lavare completamente e facilmente. Questo aspetto è importante perché i bambini quando mangiano sporcano un po’ ovunque con le loro manine sporche di pappa. Sul seggiolone il bambino si sente libero di dar sfogo alla sua voglia di sperimentare; qui può attirare l’attenzione dei genitori e per questo gioca con qualunque cosa gli capiti , dalla pappa ai pastelli.

L’igiene è garantita sterilizzando ogni singola parte perché altrimenti la sporcizia si accumula nelle insenature trasformandolo in una colonia di batteri. Raramente questo accade in quanto ogni madre è attentissima alla salute e all’igiene di tutto ciò che il proprio pargolo tocca o indossa ; quindi è sufficiente pulire tutto con una pezza per evitare i ristagni di sporcizia.

Il bambino sul seggiolone sperimenta la sua capacità di stare seduto ma non è ancora in grado di starci da solo, questa capacità è ancora in fase di sviluppo. Inoltre ricordate che i bambini spesso hanno degli attacchi di sonno all’improvviso e possono anche addormentarsi sul piatto della pappa che stanno mangiando

Funzionalità

Il bambino può sedersi sul seggiolone anche a partire dai 4 o 6 mesi. E, siccome è nei primi anni di vita che il bambino cresce in modo più evidente e significativo sia dal punto di vista fisico che cognitivo, è opportuno modificare e adattare di conseguenza tutti gli accessori che il bambino utilizza.  Ad esempio le tutine dei primi mesi di vita non gli stanno più bene intorno ai 4 mesi e quindi nemmeno il seggiolone che andava bene a pochi mesi non può andar bene quando il bimbo avrà compiuto due o tre anni.

Il modello per i bambini più piccoli deve essere di piccole dimensioni e completamente imbottito. Per i più giocosi è possibile scegliere la versione elettrica che permette, tramite dei movimenti oscillatori, di cullare il bambino per farlo addormentare, esonerando dal compito i genitori. L’oscillazione può essere regolata tramite dispositivi appositi oppure a mano. È ideale per i bimbi che amano addormentarsi mentre sono cullati e per i genitori che si stancano di cullare a lungo i propri pargoli

Quelli elettrici di solito sono predisposti in modo tale da poter regolare la velocità in tre diversi stadi: alta, media e bassa. Si tratta indubbiamente di un prodotto di qualità ma è meglio non far dormire sempre qui il bambino, il quale deve potersi sentire libero di stiracchiarsi totalmente e questo è possibile solo in uno spazio più ampio come quello del lettino

Il seggiolone è quindi utile sia nei momenti di relax che nell’ora della pappa ed è questo lo scopo per cui è stato creato. Detto ciò, il bambino può trascorvi anche molto tempo e non solo per dormire e mangiare, ma anche per giocare. Dal suo “trono” il bambino osserva il mondo che lo circonda e comincia a esplorare e capire qual è il suo ruolo nel mondo. Questa nuova posizione, più alta, infatti, gli permette di osservare aspetti nuovi e da un nuovo punti di vista

Tipologie e modelli di seggiolone

I cosiddetti “seggiolini” sembrano a prima vista tutti uguali ma a ben guardare scoprirete che tra l’uno e l’altro modello esistono notevoli differenze. Ogni modello presenta delle caratteristiche peculiari. In ogni caso i “seggiolini” si possono usare fino ai 15 kg di peso, che di solito vengono raggiunti da un bambino di 36 mesi. La loro funzione è quella di una sedia ad hoc per i più piccoli e è dotata di cinture di sicurezza e supporti vari che rendono questo accessorio più stabile e permettono al bambino di stare più comodo e composto.

A volte il seggiolino viene usato anche come un poltroncina o, nelle versioni reclinabili, come lettino per i sonnellini del pomeriggio; non solo quindi durante i pasti. I modelli delle varie marche si distinguono tra loro spesso per i materiali con cui sono stati costruiti che variano da plastica all’unione di plastica metallo. Un aspetto ulteriore che può fare la differenza tra i vari modelli è la possibilità di reclinare il seggiolone che no è sempre presente e non sempre allo stesso modo.

Per tutti questi motivi prima di mettersi alla ricerca del seggiolone per il nostro bambino è meglio chiedersi cosa ci aspettiamo e quali caratteristiche vogliamo esso abbia e quali a usi vogliamo destinarlo. Ci sono modelli in cui lo schienale è reclinabile addirittura in 3 o 4 posizioni diverse mentre altri modelli sono stati pensati anche come poltroncina per il tempo libero del bambino. Su questi il bambino potrà giocare e trascorre qualche ora in più osservando la madre che svolge le sua azioni quotidiane.

I giochi si possono trovare gia installati in origine sul pianale che funge da tavolino, naturalmente protetti da appositi coperchi che lo riportano alla originale funzione di piano. Su di esso vengono poi poggiati i piatti e le posate per la pappa. Per quanto riguarda l’altezza della seduta è di certo preferibile che essa sia regolabile. Non possono poi mancare lo “spartigambe” e le cinture che servono a mettere al riparo i più irrequieti dalle possibili cadute. Un accessorio molto soncigliato per i bimbi più grandicelli è sicramente il poggiapiedi. Se prevedete si spostare frequentemente il seggiolone allora è consigliabile che la scelta cada su modelli muniti di ruote, e relativi freni, che permettono di spostarsi facilmente e di bloccarlo con sicurezza una volta raggiunta la collocazione voluta.

Seggiolino da tavola

Spesso avendo dei bambini piccoli si rinuncia ad una vita sociale completa, soprattutto si rifiutano gli inviti a cena sia a casa di amici che al ristorante temendo che il tutto ossa diventare complicato. Se non si può rifiutare l’invito ci si presentano due possibilità. La prima è affidare il bambino ad una persona di fiducia, i nonni o la babysitter e la seconda è decidere di portare con sé il bambino. Scegliendo di no lasciare il bambino si presenta il problema di riuscire a tenerlo buono mentre si sta mangiando, dal momento che non possiamo metterlo seduto su una sedia normale ma non possiamo nemmeno tenerlo in braccio per tutta la serata.

L’ideale sarebbe il seggiolone ma trasportare quello classico non è né facile né comodo perché oltre ad essere pesanti sono difficili da piegare. È scomodo addirittura da portare dai nonni, immaginiamo a casa di amici o al ristorante. Non preoccupatevi perché una soluzione c’è. Si tratta dei seggioloni da tavola, cioè di appositi sediletti che si fissano a tutti i tipi di tavolo ed offrono stabilità e sicurezza. La tenuta della posizione è garantita da un “fermo” di dimensione adattabile ad ogni tipo di spessore di tavolo.

Anche questo tipo, come quelli tradizionali, è imbottito ed è dotato di spartigambe e cinture di sicurezza. Guardandoli potrebbero trasmettere un senso di instabilità del supporto. Se non volete stare in ansia per tutta la serata potrete ovviare a questo problema posizionando una sedia sotto il seggiolino, evitando, in questo modo, cadute accidentali. Tuttavia possiamo rassicurare anche i genitori più ansiosi che questi accessori sono molto stabili e sicuri ed è praticamente impossibile che cada se è stato fissato correttamente. Il seggiolino da tavola è decisamente comodo e pratico perché può essere piegato con semplici gesti e riposto facilmente.

In alcuni casi i seggiolini sono dotati anche di una borsa in cui si può riporlo una volta chiuso per trasportarlo meglio. Il rivestimento è realizzato con materiale lavabile e sfoderabile che rende facile il lavaggio di ogni singola parte. Tuttavia questo è un materiale delicato ed è pertanto opportuno lavarlo con accortezza per evitare che si strappi



Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *