Scalzo o no?

Gli esperti del settore dicono che i bambini vanno lasciati scalzi ma dipende ovviamente da dove si trovano. Sicuramente in casa è da preferire il bambino scalzo, in modo che si alleni la pianta del piede. Il bambino deve avere piena libertà nei piedini, soprattutto all’interno delle mura domestiche.

Se invece siete al parco, occorre fare maggiore attenzione, diciamo che è meglio non farlo girare scalzo per i molti pericoli e diverse insidie che possiamo incontrare. Ma se proprio vuole girare “libero”, ditegli che lo potrà fare magari nel giardino di casa che sicuramente sarà più pulito del parco. Il bambino girando senza scarpe nel giardino di casa, avrà la sensazione di libertà e freschezza. La scarpa protegge, ma riduce la sensibilità.

Discorso diverso se ci troviamo in spiaggia. Non c’è niente di meglio della spiaggia per far camminare il bambino scalzo e allenare in modo davvero ottimale la pianta del piede. In ogni caso, ricordatevi di alcuni piccoli consigli. Come abbiamo detto, va bene girare scalzi sulla sabbia ma ovviamente per passeggiate brevi e magari vicino al mare. Ricordatevi che la sabbia diventa subito rovente e il bambino potrebbe ustionarsi. Se invece, dovete fare lunghe passeggiate,  è bene mettergli le ciabattine o i sandaletti da mare.

Per quanto riguarda la piscina, il consiglio è quello di evitare di girare scalzi, sopratutto a bordo piscina e negli spogliatoi. Il rischio come sapete è quello di contrarre funghi e verruche. Quindi piedini dentro le ciabattine!!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *