Pasqua nel mondo: Tradizioni e usanze pasquali

Nel Regno Unito, il giovedì Santo si svolge un antico rito tradizionale, ovvero il Royal Maundy Gifts. All’interno dell’Abazia dei westiminster i poveri ricevono in dono delle borse di denaro. La tradizione vuole che vengano distribuite dopo la cerimonia del sovrano e messe in un vassoio. Il venerdì Santo invece è tradizione mangiare gli hot-cross bum, si tratta di panini dolci tipici pasquali, ricoperti di uvetta e cannella.

La particolarità è la glassa a forma di croce in ricordo di Cristo. Originale l’usanza di Preston. Gli abitanti di questa città, cristiani, fanno rotolare le uova lungo un prato fino a quando i gusci non si rompono. Un’altra tradizione curiosa è un gioco dedicato ai ragazzi che combattendo, dovranno cercare di accapararsi uova e torte.

FRANCIA

Per ricordare Cristo Crocifisso, in Francia , le campane non suonano dal Venerdì Santo alla domenica, giorno di Pasqua.  Ai bambini che chiedono il motivo della campane silenziose, si racconta che sono volate fino a Roma e solo il giorno di Pasqua ritornano. Infatti, la domenica mattina, i più piccoli aspettano con ansia le campane che portano le uova. Nel frattempo i genitori sistemano le uova di Pasqua, e saranno poi i bambini a cercarle.

 

GERMANIA

In Germania, il giorno di Pasqua, i bambini iniziano la ricerca delle uova di Pasqua che i genitori nascondono in casa oppure nel giardino. Il simbolo pasquale per i bambini tedeschi è l’Osterhase, un coniglietto.

Nella Germania settentrionale vi sono altre usanze, dove i lumi delle chiese restano spenti per lasciare spazio ai tradizionali fuochi di Pasqua che vengono accesi in maniera naturale (strofinando un paio di pezzetti di legno, oppure utilizzando la silice o una lente). I lumi verranno accesi grazie a questi particolari fuochi. Le ceneri invece vengono date ai contadini, in quanto è favorevole per un ottimo raccolto e segna l’inizio della primavera. Il tradizionale pranzo pasquale è a base di agnello così come il dolce che richiama la stessa forma.

 SPAGNA

In Spagna sentono molto la domenica precedente la Pasqua: ovvero la giornata della Palme. Le Palme vengono addobbate con un rosario fatto di zucchero. Poi, si appendono alle finestre o fuori dalla porta per tenere lontane le streghe e la malvagità. Un tempo invece i rami delle palme venivano tagliati e le foglie intrecciate e si conservavano in un posto lontano dalla luce.

Nella regione della Catalogna, è tradizione mangiare una torta decorata con le uova pasquali e un simbolo di cioccolato che raffiguri un personaggio fiabesco. La torta denominatoa “Mona” è un regalo che i bambini ricevono dal loro padrino.

PORTOGALLO

In Portogallo, la Pasqua èmolto sentita ed è vissuta come momento di unione della famiglia. A Braga la città è in festa per tutta la settimana Santa. Il Giovedì si potrà assistere al “Procissai do Ecce Homo”, guidato dai Farricocos. Si tratta di uomini che vestono tuniche e cappucci e sono scalzi. Nel sud del Portogallo invece, si festeggia una Pasqua dal sapore ebraico. Al sabato nel centro della città, arrivano i greggi accompagnati dai pastori per farli benedire. Un’altra tradizione è quella della notte della Vigilia. Durante la Messa, le persone chiedono perdono e a termine della Messa ognuno fa suonare i campanelli e fanno il giro della città.

Quando finisce il digiuno della Quaresima, le tavole tornano imbandite con gustosi piatti. Tra le specialità: lo stufato di agnello, il capretto arrosto e le mandorle di diversi colori.

 

GRECIA

La notte di Pasqua in Grecia, le campane suonano a festas. E’ tradizione andare a Messa. La Chiesa rimarrà al buio e verrà illuminata solo con le candele che ogni fedele porterà che poi riporterà a casa come segno per festeggiare Dio risorto. Terminato il periodo di digiuno, tornano sulla tavola i piatti gustosissimi come la “soupa mayeritsa”, una zuppa a base di riso. e poi, non possono mancare ovviamente le uova di colore rosso e il pane pasquale.

OLANDA

Le uova di Pasqua vengono nascoste nel giardino di casa e saranno poi i bambini a cercarle. Alcuni appendono alla porta anche una corona decorata , oppure si pitturano le uova e si appendono nell’albero del giardino. In tavola , non può mancare la specialità dell’Olanda nel periodo pasquale, il Paasbrod, ovvero un pane dolce ricoperto di uvetta.

 



Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *