Pannolini lavabili

Aumentano sempre di più le mamme che usano i pannolini lavabili, anzichè quelli usa e getta. Molte mamme li provano per curiosità perchè se ne parla spesso, e piano piano si abbandonano i classici pannolini.

Se avete qualche dubbio, continuate a leggere la mia guida per scoprire i vantaggi dei pannolini lavabili, ma non solo. E’ importante sapere come lavarli, come utilizzarli, come asciugarli e soprattutto come sceglierli.

VANTAGGI

Il primo vantaggio è sicuramente di tipo AMBIENTALE.  I pannolini usa e getta fanno parte dei rifiuti non riciclabili e ogni 3 pannolini gettati via, si produce una tonnellata di rifiuti. Un altro vantaggio è quello del RISPARMIO. Quando mio figlio era piccolo non si parlava ancora così tanto dei pannolini lavabili. Per un periodo ho voluto tenere i conti per la spesa dei pannlini. Beh, davvero assurdi, esagerati, tanto che poi ho rinunciato a conoscere la spesa mensile. Con i pannolini lavabili il risparmio è pari quasi al 50%.

Oltre al risparmio economico, avrete anche la possibilità del RIUTILIZZO.
Non c’è ancora conferma che la COMPOSIZIONE dei pannolini usa e getta sia dannosa per la pelle del bambino, ma contengono gel chimico con potere super-assorbente. Anche per questo motivo, il cambio del pannolino deve essere fatto spesso per non lasciare il bambino bagnato a lungo.

MATERIALI

I pannolini lavabili sono di due tipologie: naturali e sintetici. Vediamo la differenza di entrambi.
Naturali: si tratta di materiali ecologici (dal cotone alla canapa, dalla flanella alla spugna). Difficilmente creano reazioni allergiche.
Sintetici: sono pannolini più drenanti e lasciano la pelle del bimbo più asciutta. Il materiale sintetico utilizzato è una microfibra di poliestere laminata.

TIPOLOGIE

In commercio esistono diversi tipi di pannolini lavabili, ognuna con delle caratteristiche particolari. Vediamo insieme quali sono, in modo da avere un’idea più chiara riguarda la scelta.

All in one:
Simili al pannolino monouso, la chiusura può essere coi bottoni o col velcro. La parte esterna è in PUL (una microfibra), mentre quella interna può essere di cotone o altro tipo di materiale.
Per quanto riguarda la taglia, solitamente è indicato il peso e l’età. Ci sono anche di taglia unica e dotati di bottoni per regolare meglio la misura.

All in two:
Si tratta di pannolini in cui la parte interna viene messa sopra una mutandina assorbente. Per quanto riguarda la parte assorbente degli ALL IN 2, ci sono 5 possibilità di scelta.

PREFOLD: A forma di triangolo, sono molto spessi, soprattutto nella parte centrale. Per potenziare l’assorbenza, è possibile inserire dei prefold in più.

CIRIPA’: E’ composto da striscioline di cotone piegati doppi. Vengono allacciati alla vita del bambino. E’ possibile aggiungere degli inserti all’interno per poter aumentare il potere di assorbenza.

PANNOLINI: Sono i più conosciuti “muslin”. Si tratta di pezzi di stoffa (tipo garza) di forma quadrata che possono essere piegati a rettangolo oppure a triangolo, e fissati con una semplice spilla.

PANNOLINI SAGOMATI O FLAT: Sono molto comodi perchè non si devono piegare, in quanto prendono direttamente la forma anatomica del bambino. Per legarli si possono utilizzare i lacci oppure le spille.

PANNOLINI FITTED: Dotati di velcro o bottoncini, sono semplici da mettere e basta inserire un inserto in più per aumentare l’assorbenza.

LAVAGGIO

L’inserto mono-uso biodegradabile si può tranquillamente gettare nel water. I pannolini da lavare invece potete sistemarli da parte, magari in un contenitore profumato. Quando ne avete un pò, potete lavarli in lavatrice a 60° (non è necessario fare una lavatrice a parte) in modo che venga lavato adeguatamente.

E’ consigliabile non superare queste temperature per non rovinare il tessuto, non utilizzare ammorbidenti nè sbiancanti, in quanto possono irritare la pelle del bambino. Per l’asciagatura fate attenzione all’etichetta del pannolino. Per alcuni infatti, viene sconsigliata l’asciugatrice, mentre per altri non c’è problema. In ogni caso, si asciugano velocemente come il resto della biancheria.

QUANTI PANNOLINI COMPRARE

Se fate lavaggi frequenti possono bastare circa una ventina di pannolini, altrimenti meglio qualcuno in più. Se volete iniziare questa nuova avventura, procuratevi oltre ai pannolini, anche un contenitore pattumiera col coperchio, inserti, sacchetti impermeabili. Siete pronte? Lasciate qui i vostri commenti, e fate un passaparola con le vostre amiche. Un piccolo passo verso un mondo meno inquinato !!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *