Massaggio al neonato

Gesti d’amore: il massaggio del neonato. Il massaggio del neonato è una tecnica che, oltre a rilassare il tuo bambino e risvegliare il tono muscolare, ti permette di avere un contatto d’amore unico con il tuo bebè. Continua a leggere per scoprire quanti tipi di massaggi esistono e tutto il bene che può fare al tuo rapporto con tuo figlio… che tu sia una mamma o un papà!

Il massaggio al neonato, è’ molto importante per trasmettergli calore, per rilassarlo e per instaurare un rapporto profondo tra la mamma e il bimbo. Il massaggio è un benessere e un rilassamento anche per gli adulti. Va eseguito, ovviamente, con estrema delicatezza già dal pancione, è come un linguaggio che arriva direttamente al feto che risponderà con i classici calcetti. Tutti i tipi di massaggi eseguiti con tatto, danno beneficio al bebè.

massaggio al neonato

Come eseguire il massaggio al neonato

Le mani sono lo strumento principale per poter eseguire i massaggi, e per questo devono essere trattate con estrema cura. Ricordate che per un buon massaggio al neonato le mani devono essere calde, se al contrario sono fredde, basta sfregarle o metterle vicino ad una fonte di calore. Dopo di che, iniziate ad entrare in sintonia col bimbo, senza premere troppo. Una regola è quella di avere sempre le mani rilassate, oltre ai polsi che devono essere flessibili. Si parte quindi dalla testa, arrivando piano piano sul collo, raggiungendo il petto e in seguito il pancino.

I movimenti durante il massaggio al neonato devono essere circolari. Arrivate poi sempre delicamente, all’inguine e alle gambe con l’aiuto dei soli polpastrelli. Una volta giunti ai piedini, dovete ripetere il massaggio a ritroso e per questo è importante girare anche il bimbo, mettendolo di schiena.

Questi sono i principali consigli per massaggiare il vostro bimbo, ma il fattore determinante per effettuare quest’operazione con grandi risultati, è sicuramente il vostro stato d’animo, il vostro istinto di mamma o di papà, che vi spinge a dare un amore sconfinato al bimbo. Deve quindi essere tranquillo, e occorre creare quindi una situazione “ad hoc” per entrambi. Non ha una durata particolare, ma molto determinante è l’ambiente in cui si esegue il massaggio, privo di rumori. A questo proposito, potete staccare il telefono, spegnere radio e televisione ed evitare di distrarsi.

Scegliete un momento in cui siete sicuri che nessuno vi disturberà, interrompendo quindi il relax vostro e del bimbo. Niente anelli, orologi e braccialetti, mani totalmente liberi per un messaggio rilassante. Per poter imparare a massaggiare bene, esistono corsi specifici o presso gli ospedali o presso strutture private. Un’occasione per conoscere altri genitori e scambiarsi opinioni, ma soprattutto vi è la presenza di un’esperta alla quale potete chiedere ciò che volete, consigli e dubbi, al fine di eseguire un massaggio al neonato davvero corretto.

Tipi di massaggio al neonato

Un tipo di masssaggio al neonato è denominato “centrifugo” destinato solamente alla braccia e alle gambe per il totale rilassamento. In genere si parte da qui, per poter poi continuare con altri movimenti. Si esegue sempre con le mani partendo dall’alto verso il basso in modo che gambe e braccia vengano avvolte.

Un altro massaggio al neonato è quello “centripeto” che serve invece più che altro a tonificare e dare una carica di vitalità. Il massaggio va eseguito in ogni parte del corpo, in modo da trasmettere ogni beneficio; parte dall’esterno per arrivare al tronco. Un altro movimento da fare per questo tipo di messaggio al neonato, è quello di far partire il movimento dalle mani o dai piedi fino al cuore.

Quando fare il massaggio al neonato

Come abbiamo visto, il massaggio al neonato è una cosa molto importante e delicata. Per questo motivo deve essere eseguito in modo naturale, senza nessun obbligo da parte della mamma, né una costrizione per il bambino. Non deve essere un’operazione di routine come ad esempio fare la pappa. Deve esserci complicità e dev’essere piacevole. Il bambino percepisce il vostro stato d’animo e se non ne avete voglia, il massaggio lo fa innervosire.

Anche il vostro bebè deve avere voglia di farsi massaggiare e quindi non obbligatelo se in quel momento preferisce magari giocare. Durante il massaggio, potete anche parlare al vostro bimbo, gli infonderà maggior sicurezza. Il tocco delle vostre mani deve essere deciso e graduale. Potete anche utilizzare degli olii specifici per neonati per il massaggio. Non versatelo però direttamente sul corpo del bimbo, ma solo sulle vostre mani. Il rilassamento è assicurato

Vantaggi

Il neonato ama il massaggio. Ne trae beneficio, ma quali sono gli altri vantaggi?

Vi è ad esempio il vantaggio a livello psicologico, in quanto vi è uno scambio di coccole tra il bimbo e la mamma (o il papà). Gli si trasmette anche molta sicurezza. Un altro vantaggio è il rilassamento . E’ un grande aiuto a fargli scoprire la serenità e a fargli superare le difficoltà, rendendolo sicuro. Da ultimo, ma sicuramente non per importanza, vi è il vantaggio della stimolazione. Ciò vuol dire che lo sviluppo circolatorio, respiratorio e gastrointestinale si svilupperà più facilmente con il massaggio. Pensate che è in grado anche di alleviare nei primi mesi, le fastidiosissime coliche gassose

Approfondire il massaggio al neonato

  • Italiasalute.it
    http://italiasalute.leonardo.it/Benessere/alternativa.asp?id=3164
    In questo link si parla di medicina alternativa e quindi largo spazio è dato al massaggio cinese.
  • Lesettestelle
    http://www.lesettestelle.com/volantino_massaggio_ped.html
    Un link utile per chi vuole maggiori informazioni riguardo il massaggio cinese, arrichito anche da immagini.


Tags:

Una risposta

  1. mimi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *