Marsupio per neonati

Il marsupio è il mezzo più comodo e meno ingombrante per trasportare i bambini, magari in una passeggiata all’aria aperta, ed è sicuramente il più divertente per loro. Ecco quindi una apposita guida di approfondimento per saperne di più su questo oggetto, su come viene realizzato, quali sono i modelli e le varianti, come si utilizza in sicurezza e quali sono le marche migliori da scegliere al momento del suo acquisto.

Il marsupio per neonati

Il marsupio per neonati è un supporto per portare il bambino….senza usare le braccia. Si tratta di un valido strumento di aiuto per le mamme e i papà, finalizzato a sostenere il peso del bimbo attraverso una struttura elastica, ergonomica e stabile.

Il bimbo è posizionato davanti al corpo del genitore, rivolto verso il suo viso o verso l’esterno e rappresenta un valido sostituto della carrozzina, rispetto alla quale presenta l’indiscutibile vantaggio di garantire il contatto fisico tra l’adulto e il bambino. Nella carrozzina il bimbo è distante, mentre nel marsupio è vicinissimo, può essere controllato in ogni istante e godere della contiguità con il corpo del genitore, in genere della mamma.

marsupio per neonati

Come è fatto il marsupio per neonati

In termini strutturali il marsupio per neonati è una sacca in tessuto provvista di una serie di cinghie da allacciare sulla vita e sulla schiena del piccolo, ma la questione non è così semplice: esiste un insieme di regole da rispettare nel momento in cui si progetta un marsupio, per evitare il rischio di provocare danni al bambino quando si sceglie di trasportarlo – sempre per brevi periodi – attraverso questo mezzo di trasporto.

Il principio fondamentale è il rispetto della fisiologica posizione della schiena, della testa e delle gambe del bimbo. A tal fine, sono poche e semplici le caratteristiche irrinunciabili di un modello valido:

  • il sederino del bimbo deve poggiare su una seduta di larghezza non inferiore ai venti centimetri, in modo da consentirgli di tenere comodamente le gambine aperte, senza allargarle troppo. Il rapporto tra la posa divaricata e la posa seduta deve essere contenuto, anche per salvaguardare le anche, suscettibili di uno sviluppo eccessivo nel caso in cui costrette in una posizione troppo rigida, dritta, innaturale.
  • il collo deve essere sostenuto, non lasciato andare senza controllo, quindi è opportuno che i produttori prevedano uno schienale abbastanza alto da mantenere nella corretta posizione la delicata nuca dell’infante.
  • la schiena deve trovarsi in attitudine rigida, non cedere, non afflosciarsi, non ripiegarsi su se stessa o in posizioni innaturali. Per questo è utile la possibilità di regolare il marsupio da uno dei lati, in modo da ridurre lo spazio tra il corpo adulto e il corpo de bebè: sembra infatti che il vantaggio del marsupio si amplifichi quando il bambino aderisce completamente al genitore, senza che ci sia spazio tra loro. Attenzione quindi al tipo di schienale del modello scelto.
  • il marsupio per neonati deve essere regolabile in altezza. E’ preferibile che le gambe del piccolo non sbattano contro quelle dell’adulto che lo sta portando, sia per la tranquillità di quest’ultimo, sia perché la pressione che ne scaturisce non è di giovamento né per le gambie né per la spina dorsale che rimane coinvolta da queste pressioni.
  • il tessuto indicato per i marsupi è leggero e lavabile, non solo a mano, ma anche in lavatrice con lavaggio a trenta gradi e un detersivo rigorosamente neutro e delicato.

Posizione corretta del bimbo nel marsupio

E’ vero, il marsupio per neonati è un mezzo pratico per portare a spasso il bimbo in circostanze particolari, quando si ha necessità di avere le mani libere o ci si trova in un posto caotico in cui è meglio tenere il piccolo il più possibile vicino, ma non va utilizzato e neanche pensato come un posto in cui riporlo senza troppe cerimonie.

  • 1) schiena sostenuta.
    Di conseguenza, lo schienale deve essere non rigido ma neanche flessibile, e possibilmente sganciabile, in modo che il marsupio per neonati possa essere sganciato in qualunque momento senza comportare strattoni, il che è particolarmente indicato nel caso in cui il bimbo avesse ceduto al sonno durante il soggiorno nel comodo giaciglio. Le cinghie vengono aperte e il bambino direttamente adagiato nel lettino, senza che la sua schiena risenta di movimenti necessari per sfilare l’imbracatura. Tra l’altro, alcuni tipi sono corredati di una imbottitura doble face per i cambi di stagione: da un lato in cotone, per i mesi estivi, dall’altro imbottita, per i mesi invernali).
  • 2) fermi di sicurezza agganciati.
    Potrebbe sembrare superfluo allacciare sempre le chiusure, perché comunque il bambino è legato e noi lo sentiamo vicino, ma la prudenza non è mai troppa.
  • 3) volgere il viso del bimbo verso la mamma o il papà, insomma verso chi lo sta portando.
    E’ bene girarlo verso l’esterno soltanto quando riuscirà a sollevare la testa, o meglio, a tenerla in su, in modo da guardare il mondo, non prima. Prima, infatti, è bene che la sua nuca poggi contro lo schienale morbido e imbottito del marsupio e che i ‘cedimenti’ in avanti della testa siano attutiti dal ridottissimo spazio tra lui e il corpo che lo sostiene, che rappresenta una sorta di recettore dei colpi in avanti della testa.
  • 4) aggiungere al marsupio l’indispensabile bavaglino di spugna che alberga di solito nei funzionali passeggini.
    La pettorina consente infatti di evitare che il contatto con il bambino metta sempre a repentaglio il candore degli abiti di chi trasporta il piccolo. I modelli più moderni di marsupio contengono a tal fine delle pratiche tasche per contenere gli oggetti che possono risultare utili durante le passeggiate all’esterno.

marsupio porta bambini

Vantaggi e problemi del marsupio per neonati

Pro

E’ pratico e comodo. Semplice da utilizzare. Non troppo costoso. Di conforto per mamma e bambino, che hanno la possibilità di non interrompere il contatto neanche durante l’approccio con il mondo esterno: la mamma è tranquilla, non lo perde di vista un attimo ed ha la possibilità di svolgere attività normali come fare la spesa, camminare per una semplice passeggiata, fare la fila in un negozio, senza impedimenti fisici (mani libere) o mentali.

Contro

Il marsupio per neonati va utilizzato per brevi periodi di tempo, poiché nonostante le misure precauzionali e la perfetta conformazione del prodotto, il bambino non si trova mai in una collocazione completamente congeniale alle sue necessità. Per quanto il supporto sia ergonomico e rispettoso della fisiologia naturale, la schiena dell’infante si inarca, anche se in misura minima, e la testa tende a cedere in avanti.

Inoltre, per il ‘portatore’ non è agevole sostenere il peso troppo a lungo, per quanto il pargolo nei primi mesi possa essere leggero: si tratta comunque di un minimo di quattro chilogrammi che gravano sulle spalle e non sempre è possibile, ragion per cui l’utilizzo del marsupio tende a diminuire dopo il sesto, al massimo il settimo mese di vita del pargolo. Pena il rischio di traumi per il collo e la schiena dei genitori.

Scegliere e comprare online il marsupio per neonati



Tags:

5 Commenti

  1. Emanuela
  2. Gloria
  3. re
  4. redazione
  5. cindy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *