La meningite (parte seconda)

Proseguiamo l’intervista con il Dott. Antonio Brienza di Cantù (CO), che già ieri ci aveva parlato della meningite. Ma quali sono le vaccinazioni per proteggere i nostri figli dalla meningite? Sono gratuite o a pagamenti? Quanti casi di meningite ci sono ogni anno in Italia? Vediamo insieme cosa ci ha risposto in merito. Le meningiti  da pneumococco, meningococco C ed haemophilus influenzae B i possono essere prevenute  in buona parte con un corrispondente vaccino. Per essere più precisi, il vaccino contro l’haemophilus influenzae è già praticato da anni su vasta scala, in quanto compreso nella vaccinazione esavalente proposta a tutti

Proseguiamo l’intervista con il Dott. Antonio Brienza di Cantù (CO), che già ieri ci aveva parlato della meningite. Ma quali sono le vaccinazioni per proteggere i nostri figli dalla meningite? Sono gratuite o a pagamenti? Quanti casi di meningite ci sono ogni anno in Italia? Vediamo insieme cosa ci ha risposto in merito.

Le meningiti  da pneumococco, meningococco C ed haemophilus influenzae B i possono essere prevenute  in buona parte con un corrispondente vaccino.
Per essere più precisi, il vaccino contro l’haemophilus influenzae è già praticato da anni su vasta scala, in quanto compreso nella vaccinazione esavalente proposta a tutti i lattanti, e la cosa ha ridotto drasticamente il numero di casi (dieci volte meno rispetto a dieci anni fa; zero casi nel 2007 per tutta l’età pediatrica!).
Il vaccino anti-pneumococco è disponibile da qualche anno in forma idonea ai bambini (si chiama “vaccino coniugato”, in quanto una particolare formulazione lo rende in grado di stimolare anche l’immunità dei più piccoli) ed è consigliato a bambini sotto i 5 anni di età .
Anche il vaccino antimeningococco esiste da qualche anno in forma coniugata, ma copre solo un sottotipo di meningococco : il meningococcoC.
Non è tuttavia ragionevole l’obiezione che la vaccinazioni non copre il 100% dei ceppi di meningococco : un risultato parziale ma sicuro è certamente meglio che non fare nulla.
E’ parere degli esperti  che sia meglio vaccinare i bambini fin dal  primo anno di vita (in quanto molti casi riguardano proprio i più piccoli), ma comunque anche nelle età successive si può e si deve farlo soprattutto per quanto riguarda la vaccinazione per la meningite da meningococco C che ha un picco di incidenza molto elevato nella fascia compresa fra i 15 e i 20 anni.

In Italia, la vaccinazione è gratuita o a pagamento?

Le diverse Regioni non hanno adottato tutte la stessa strategia: alcune informano e vaccinano attivamente (cioè propongono i vari vaccini), altre li mettono a disposizione (del tutto gratuitamente o a prezzo scontato), ma senza particolari azioni di promozione; altre ancora non li propongono e li lasciano alla volontà dei singoli che debbono anche sostenerne i costi.

Cosa deve fare una mamma che desidera far vaccinare il proprio figlio contro la meningite?

Solitamente il pediatra di famiglia  nel corso delle prime visite di controllo  informa le famiglie sulle vaccinazioni che possono essere praticate ai bambini e sulle modalità con cui esse vengono offerte dalle strutture sanitarie della zona.
Nei  rari casi in cui questo non fosse avvenuto i genitori possono richiedere le vaccinazioni presso gli uffici del Dipartimento di Igiene Pubblica presenti in ogni Distretto delle varie ASL.

Informazioni dettagliate sulle vaccinazioni possono essere visionate all’indirizzo

http://amicopediatra.it/genitori/Vaccinazioni/Perche_vaccinare.htm 

del sito http://www.amicopediatra.it/

Dott Antonio Brienza
Pediatra di Famiglia – Centro Pediatrico Cantù
Tutor di Pediatria per Università Milano Bicocca
Redattore del sito http://www.amicopediatra.it/



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *