La Befana in Italia – prima parte

La tradizione della Befana è tipicamente italiana, ma viene festeggiata anche nel resto del mondo, con qualche variante, sia nel nostro Paese che all’estero. Ad esempio in alcune regioni d’Italia, come il Lazio, la Befana è una figura assai importante ed intorno al suo festeggiamento si svolgono importanti feste e vere e proprie fiere gastronomiche, anche se in realtà, come recita il famoso detto popolare ‘L’Epifania tutte le feste si porta via’ è anche l’ultimo giorno di vera festa, secondo tradizione l’ultimo giorno in cui si tengono presepe ed albero di Natale a casa. Addirittura, in molte regioni d’Italia, c’è

La tradizione della Befana è tipicamente italiana, ma viene festeggiata anche nel resto del mondo, con qualche variante, sia nel nostro Paese che all’estero.

Ad esempio in alcune regioni d’Italia, come il Lazio, la Befana è una figura assai importante ed intorno al suo festeggiamento si svolgono importanti feste e vere e proprie fiere gastronomiche, anche se in realtà, come recita il famoso detto popolare ‘L’Epifania tutte le feste si porta via’ è anche l’ultimo giorno di vera festa, secondo tradizione l’ultimo giorno in cui si tengono presepe ed albero di Natale a casa.

Addirittura, in molte regioni d’Italia, c’è l’usanza, anche tra gli adulti, di scambiarsi dei regali più modesti rispetto a quelli del 25 dicembre, oppure, soprattutto se si è in coppia, dolciumi vari come cioccolatini e caramelle.

Ma per celebrare la festa della Befana in Italia c’è addirittura l’intera città di Urbania che viene coinvolta ogni anno nella messa in opera della festa, con tantissime di calze appese alle finestre, le vecchiette che con la loro scopa che scendono dalla centrale torre civica e girando regalando doni ai più piccoli dall’inconfondibile sacco che si portano sulla spalla.

C’è anche l’esposizione di numerose bancarelle nei mercatini cittadini nei quali non mancano tante golosità specialmente i prodotti di cioccolato dei Costruttori di Dolcezze,  ma anche i laboratori di ceramica per i più piccoli, e tanta musica.

La tradizione vuole, così come avviene ogni anno nella città, che la befana di Urbania cercherà di battere più record parallelamente fra cui la calza e la sciarpa della befana più lunghe realizzate.

Ancora in Italia c’è un altro paese nel Veneto dove esiste una tradizione legata al festeggiamento dell’Epifania: a Cavarzere, nel veneziano, nel corso della mattinata del 6 gennaio strani individui, vestiti quasi come delle befane ma al maschile passano di casa in casa a portare caramelle, a tutti indistintamente siano essi grandi e piccini.

In realtà si tratta di giovani e non volontari del Paese che si vestono con l’abito tradizionale del ‘Bombasin’, e portano avanti questa tradizione da anni.

Passiamo ora invece  a Betolle, nel senese, dove avrà luogo come di consuetudine avviene ogni anno per l’Epifania,  la “XIV Mostra dei Presepi“: ogni contrada- sono cinque per l’esattezza- allestisce in un angolo del centro storico della città il proprio presepe e nella giornata del 6 gennaio, vengono premiati i lavori più belli.



Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *