Mobilità sostenibile e risparmio: quanto conta il fattore pneumatici

Il presente e il futuro dell’ambizioso progetto mobilità sostenibile passano anche dai sottovalutati pneumatici. Tra le tante novità nel settore automobilistico c’è Michielin Vision, la gomma del domani sarà stampata in 3D e capace di rigenerarsi. In attesa che tale rivoluzione si realizzi, i pneumatici di ultima generazione – tra l’altro acquistabili comodamente da casa – sono già in grado di garantire ottime performance in termini di salute del veicolo e dell’ambiente. Ecco perché un buon investimento può produrre benefici personali, economici e ambientali.

Mobilità sostenibile. Quanto conta il fattore pneumatici per la salute del veicolo e dell’ambiente?

Guida autonoma, smart city e alimentazioni alternative. Nel corso degli anni il concetto di mobilità si è fatto carico della questione ambientale a tal punto da riuscire a realizzare progetti molto ambiziosi. In effetti i passi compiuti dal progresso tecnologico in ambito automobilistico sono numerosi e significativi. I recenti scandali che hanno colpito alcuni grandi produttori testimoniano quanto sia delicata la faccenda delle emissioni, vera e propria sfida che vedrà l’applicazione di parametri sempre più rigidi e stringenti.

Pneumatici sostenibili: le novità del futuro

La mobilità sostenibile di domani passa anche dalle gomme. La ruota del futuro infatti sarà stampata in 3D, priva di cerchio e di lunga durata. È questa la promessa fatta da Vision, concept di pneumatico presentato da Michelin in occasione del Movin’on di Montreal, vertice internazionale delle proposte green dal mondo dei motori. Con un peso di appena 13 Kg, esso presenta una struttura alveolare in TPU – poliuretano termoplastico – di origine naturale e completamente riciclabile a cui viene applicato in seguito il battistrada, anche questo stampato in 3D e composto da materiale biodegradabile al 100%.

Grazie a tale processo, il disegno e la composizione potranno essere modificati in qualsiasi momento e in tempo reale. E non è finita qui. La stessa gomma, grazie a un microchip collegato al cloud, sarà in grado di segnalare con un semplice messaggio quando necessita di rigenerazione, fornendo inoltre all’utente tutte le indicazioni utili sul luogo in cui è installata la specifica stazione con le quattro stampanti. Si tratta di una notevole rivoluzione, di un sistema che spalanca scenari inediti. A prima vista sembrerebbe fantascienza ma i tecnici della Michelin non solo ci credono ma immaginano il tutto nella realtà quotidiana.

Pneumatici: istruzioni per l’uso

Indipendentemente da ciò che sarà, i pneumatici di ultima generazione presenti sul mercato, rispetto a qualche tempo fa, sono molto più capaci di garantire ottime performance in termini di consumi e inquinamento. Nonostante la scarsa conoscenza e l’importanza sottovalutata, le gomme rappresentano un aspetto cruciale per la salute del veicolo e – in parte – dell’ecosistema. Per questa ragione risultano fondamentali operazioni come manutenzione e sostituzione. A proposito di quest’ultima, oggi è possibile contare su una serie di store specializzati nella vendita online come specialgomme.com che offrono al consumatore numerose garanzie sull’acquisto e sul prodotto soprattutto nel caso in cui questo non soddisfi le aspettative.

È chiaro che controllare il tipo di pneumatico montato originariamente sul veicolo, leggere il codice di velocità e ancora verificare quanto indicato dal libretto di circolazione sono mosse indispensabili per non commettere errori. Rispettando questi criteri e allestendo pneumatici di qualità, la messa in sicurezza del veicolo sarà assicurata. In tal senso un buon investimento non potrà che generare benefici personali, economici e ambientali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *