Come usare il cambio automatico

Semplice da usare e da gestire rispetto a quello manuale, il cambio automatico è ideale per chi deve affrontare lunghi viaggi e per chi cerca un metodo di guida più semplificato. Per guidare una macchina con questo genere di cambio serve solo la gamba destra e, per questo motivo, è considerato da molti detrattori del cambio tradizionale comodo ed efficiente.

Come usare il cambio automatico

Come usare il cambio automatico

A partire dagli anni ’50 il cambio automatico si è diffuso prima in America e poi in Europa, dopo aver superato un’iniziale scarso successo dovuto al fatto che, secondo gli esperti, il cambio automatico portava la macchina a consumare molto più carburante e aveva inoltre un prezzo molto elevato.

Oggi si considera il cambio automatico una buona alternativa a quello manuale, soprattutto per chi deve affrontare spesso viaggi lunghi e per chi non ama avere particolare dimestichezza col cambio tradizionale.

Questo tipo di cambio non presuppone l’uso della frizione, è perfetto per guidare in città e richiede l’utilizzo della sola gamba destra, necessaria per avviare con il piede l’acceleratore e il freno. Il piede sinistro, invece, resterà fermo per tutta la guida.

Per molti è proprio questo l’ostacolo più grande da superare ma, in realtà, è solo questione di abitudine e basta anche solo un breve giro in macchina per abituarsi al funzionamento dell’auto con il cambio automatico.

Il pedale del freno è il più grande e si trova sulla sinistra. Questo perché, nel caso in cui il pilota inavvertitamente durante la marcia usi il piede sinistro, convinto di azionare la frizione, l’auto si fermerà di colpo. L’acceleratore è più piccolo ed è posto a destra. Il cambio automatico è invece alla destra del conducente e lungo la sua leva si leggono quattro lettere, semplici da memorizzare e da usare all’occorrenza:

  • N = folle
  • D= guida automatica
  • R= retromarcia
  • P = trasmissione bloccata

È poi possibile comandare alcune limitazioni alle marce. Selezionando, per esempio, la limitazione alla prima marcia, l’auto viaggerà sempre in prima e così per tutte le altre marce che deciderete di impostare.

Per effettuare la partenza è bene tenere il piede sul freno e spostare la leva del cambio in D, in posizione guida automatica. L’auto comincerà a muoversi in avanti e quando avrete lasciato il pedale del freno, con il piede destro, potete iniziare ad accelerare per dare velocità alla macchina.

Per parcheggiare, iniziate a premere il pulsante del freno e, quando la macchina si sarà fermata, impostate la leva su R se dovete parcheggiare in retromarcia. Azionate poi il freno e mettete il cambio in posizione P.

Come in tutte le cose, per guidare una macchina con il cambio automatico è necessaria un po’ di pratica e non temete se all’inizio vi sembrerà un’impresa impossibile. Intanto, se siete alle prime armi, rispettate queste semplici avvertenze, fondamentali per una guida sicura e senza nessun rischio:

  • Quando la macchina è in movimento non inserite mai la modalità P o la retromarcia.
  • Per accendere la macchina assicuratevi che il cambio sia in posizione P o in N
  • Prima di passare da P a qualsiasi altra posizione del cambio tenete sempre il freno schiacciato.
  • Se effettuate lunghe soste, posizionate il cambio in N e tirate il freno a mano
  • Se vi capita di guidare in discesa ripida non spostate mai il cambio in N

Inizialmente, è normale avere qualche difficoltà, dovute ai movimenti automatici che si fanno quando si guida e per la mancanza della frizione alla quale siamo abituati. Il piede sinistro, per forza di cose, dovrà abituarsi a stare fermo, poggiato a sinistra dello spazio di guida dei pedali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *