Categorie di auto usate tra cui scegliere

Siamo decisi ad acquistare un’auto usata e ci siamo già fatti, ovviamente, un’idea del tipo di vettura che desideriamo: se non già il modello, almeno per quanto riguarda la tipologia. Ecco però alcune informazioni preziose per prendere una decisione in merito; non tutti sanno infatti che ciascuna delle categorie in cui sono divise le automobili hanno different peculiarità per quanto riguarda l’usato.

Categorie di auto usate tra cui scegliere

Prima di acquistare un’auto usata è bene anche valutare il tipo di modello che si sta per comprare e quali sono gli optional presenti. Come sappiamo le automobili sono suddivise in macrocategorie a seconda delle loro dimensioni e peculiarità tecniche e di utilizzo, e ciascuna di esse ha un comportamento diverso quando si tratta di usato.

Categorie di auto usate

Nel dettaglio le auto si possono classificare nelle seguenti categorie:

Classe alta

Si tratta di auto di grosse cilindrate che in genere si svalutano molto già nei primi cinque anni di vita e che pertanto nell’usato possono presentare buone offerte economiche; in genere sono piuttosto curate, dotate di vari optional, il motore spesso è diesel, da considerare però allo stesso tempo che i costi di manutenzione, di bollo e di assicurazione sono maggiori rispetto ad altre categorie di auto.

Classe media

Sono il tipo di auto più diffuse nel mercato automobilistico italiano, con una cilindrata tra i 1500 e i 1800 cc, e che possono avere il vantaggio di un buon rapporto tra consumi e prestazioni. Tanti sono generalmente i modelli tra cui scegliere sia di produzione italiana che straniera; tra i modelli stranieri più apprezzati ci sono le auto tedesche i cui pezzi di ricambio però in genere sono tra i più costosi.

Classe piccola

Le vetture cosiddette di classe piccola sono le auto che in genere vengono usate per gli spostamenti in città, pratiche da parcheggiare, con poche spese di gestione per quanto riguarda bollo, assicurazione e carburante. Particolare attenzione se si acquistano auto di questa categoria bisogna prestare allo stato dello sterzo e della frizione. La tenuta del prezzo è ottima, soprattutto per modelli di grido o di moda.

Station wagon

La classe delle station wagon da alcuni anni è di gran moda e diffusione, molto utili per le famiglie con bambini piccoli in quanto vantano un grande abitacolo e una capiente bauliera, da valutare con attenzione vari aspetti nel senso che queste auto spesso prima di essere rivendute sono state usate molto, quindi la pelletteria e gli interni possono essere usurati, la carrozzeria può presentare ammaccature; meglio scegliere modelli con una adeguata potenza e cilindrata, preferire quindi un 1600 meglio ancora un 1800 o 2000.

Monovolume

I monovolume sono un tipo di autovettura che negli ultimi anni ha riscosso grande successo per questo è facile trovarli anche nel mercato dell’usato. Prima di acquistare un monovolume usato è bene verificare lo stato di freni e delle sospensioni, considerare inoltre che i modelli a benzina tendono a consumare abbastanza, pertanto preferire i motori a diesel, valutare inoltre anche lo stato dei seggiolini e delle modalità di aggancio e sgancio dato che spesso alcuni modelli di monovolume prevedono di aggiungere o togliere posti per passeggeri a vantaggio della capienza della bauliera o della possibilità di trasportare un numero maggiore di passeggeri.

Fuoristrada

Se si sceglie di acquistare un fuoristrada usato è bene tenere in considerazione il fatto che sono veicoli dai consumi molto elevati ed è utile valutare se siano il veicolo più adatto all’uso che poi se ne vuole fare. In questo settore si possono fare ottimi affari quando si acquistano vetture off road che sono state usate solo in città e quindi non hanno praticamente mai affrontato fango e sterrate. In questo caso il loro stato meccanico sarà generalmente buono, dato che, a partà di Km percorsi, sono molto più robuste di una normale vettura. Al contrario, se hanno fatto fuoristrada saranno molto sollecitate e “stressate” nelle componenti meccaniche e nelle sospensioni.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *