Che cos’è la vasca idromassaggio?

Guida all’acquisto della vasca idromassaggio, con informazioni e consigli utili per conoscere questo importante elemento della casa. Scoprite la storia, le origini, la tecnica, la produzione, i dettagli dell’uso e tutto quello che c’è da sapere sulla vasca idromassaggio, per fare una scelta corretta, che renda felici voi e bella la vostra casa.

Che cos'è la vasca idromassaggio?

Che cos’è la vasca idromassaggio? il relax in casa

Perché avere in casa una vasca a idromassaggio? I motivi per concedersi un piacere fino a poco tempo fa fruibile solo da pochi (ora si parte anche da meno di 1500 euro per una vasca a idromassaggio) sono molteplici; oltre che toglierci magari un capriccio che abbiamo da tempo e a farci belli con amici e ospiti, l’idromassaggio è un relax tutto personale o da godere col proprio partner, che serve alla mente e al corpo.

  • rilassarsi
    la temperatura dell’acqua calda di un bagno aiuta a distendere la muscolatura e ad alleviare le tensioni e l’idromassaggio può rendere l’immersione anche rigenerante
  • eliminare la pesantezza
    l’alternanza di getti di acqua calda e fredda soprattutto sulle gambe, permette di eliminare stanchezza e pesantezza accumulate durante la giornata
  • tonificarsi
    in questo caso è necessario abbinare al massaggio acqua fredda e creme nutrienti
  • massaggiare e scolpire
    con i getti mirati ad alcune zone del corpo è possibile contrastare il ristagno di liquidi e la cellulite (e per questo sono consigliati gli aromi a base di alghe, limone, rosmarino, salvia, ginepro, cipresso e origano)
  • mantenere in salute corpo e mente
    varie funzioni permettono depurazione di pelle e vie respiratorie, l’eliminazione di tossine e la distensione psicologica

Il segreto della vasca a idromassaggio: il motore

La vasca idromassaggio è sorretta da una struttura autoportante dotata di piedini antivibranti, che attutiscono vibrazione e rumore quando la vasca è in funzione.
Nello spazio libero accanto al bacino, c’è l’elettropompa, un apparecchio dai consumi ridotti, silenziosa e dotata di sistema autobloccante, che dopo aver aspirato l’acqua dalla vasca, la restituisce in pressione attraverso le bocchette.

Perché il motore sia sicuro e funzionante, la vasca deve avere il marchio CE ed eventualmente anche il marchio di qualità IMQ.

Forme e misure dell’idromassaggio

Per rispondere alle varie esigenze di spazio, le vasche idromassaggio assumono forme e misure diverse tra loro.

Quelle rettangolari, con forme regolari o arrotondate, hanno le dimensioni circa di una vasca comune: 70-80 cm di larghezza e 170 di lunghezza in genere, ma ci sono anche quelle più grandi per due persone, con 180 x 100. Il vantaggio di queste vasche è che possono essere messe al posto di quelle tradizionali e occupare quindi uno spazio minimo.

Quelle angolari sono perfette per fruire del maggiore spazio possibile dentro la vasca, occupandone il minimo fuori dalla vasca. Da 130×130 fino a quelle che misurano 160×160, le angolari possono ospitare tranquillamente due persone al loro interno. Esistono poi angolari con misure diverse per lato, che risultano quindi più profonde da una parte e meno nella parete perpendicolare: la scelta dipende dallo spazio a disposizione naturalmente.

Le rotonde o le quadrate hanno dimensioni per chi è dotato di tanto spazio e sono quasi delle mini piscine per più di due persone. Da 2 metri x 2, a 155 cm di diametro, queste vasche sono indicate per chi ha un bagno grande almeno quanto una camera da letto (e per chi si può permettere la spesa!)

Naturalmente esistono anche forme stravaganti e particolari, per gli ambienti più moderni; solitamente queste sono le più costose.

Docce con idromassaggio

Se avete solo lo spazio per una doccia e non volete rinunciare ai benefici di cui sopra, esistono anche le docce a idromassaggio, mentre per non sostituire interamente la vostra doccia, esistono delle colonne doccia multifunzione che vengono applicate con piccoli interventi di idraulica e muratura.

Le docce multifunzione possono essere dotate di doccia a cascata per il massaggio delle spalle, bocchettoni per i getti del massaggio dorsale, sedute per godersi il massaggio in comodità, e le opzioni che possono caratterizzare anche le vasche, come la cromoterapia o la diffusione della musica.

Vasche combinate

Esistono tre modi per combinare una vasca idromassaggio con una doccia (anch’essa idromassaggio o normale), per chi non vuole rinunciare al relax totale dell’una e alla comodità dell’altra, ed è dotato dello spazio necessario.

La prima soluzione è quella di avere una vasca rettangolare leggermente più corta e inserire una doccia rotonda o quadrata al fondo di tale vasca, come Tandem di Titan, con lunghezza di 252 cm.

La seconda soluzione consiste nell’acquistare una vasca combinata che sia anch’essa rettangolare, con una parte, vicina alla parete, dotata di doccia e pannelli paraspruzzi: in questo caso vasca e doccia non prenderebbero nessuno spazio in più rispetto a quello dedicato normalmente dalla sola vasca. 255 di Teuco ne è un esempio e occupa solo 170 x 70 cm.

La terza soluzione consiste nell’acquistare una vasca combinata che sia interamente coperta dai pannelli paraspruzzi e contenga ovviamente la colonna per doccia. I modelli di questo tipo sono solitamente angolari, come Nirvana di Vitaviva, da 120×120, da 3180 euro in su, che avendo i pannelli richiudibili interamente può avere anche la funzione di bagno turco.

In alternativa le combinate le create voi. In qualunque negozio di fai-da-te, come Leroy Merlin, potete trovare le colonne doccia multifunzione o normali, i pannelli antispruzzo di tutti i materiali e dimensioni e naturalmente le vasche, idromassaggio o multifunzione. In questo modo potrete ricavare una vasca combinata con doccia della dimensione desiderata, forse risparmiando anche un po’: deve piacervi però montare i vari pezzi e dovete saperlo fare bene!

I pannelli paraspruzzi li potete trovare in alluminio verniciato, in vetro temprato, in vetro sabbiato, in plastica. Scegliete il materiale a seconda dello stile che volete dare e naturalmente del budget a vostra disposizione.

Vasche indromassaggio da incasso

Si possono realizzare anche se il pavimento di casa vostra non è abbastanza spesso.
Questo perché si possono costruire delle pedane con struttura in muratura o in legno, accessibili con gradini, che rialzino il pavimento, dove incassare appunto le vasche.

La pedana in muratura può prevedere una parte apribile per l’ispezione; le pareti della struttura devono essere impermeabilizzate dall’interno e rivestite come il resto del bagno all’esterno.

La pedana in legno è costituita da un telaio portante da rivestire con pannelli o doghe in legno resistente all’acqua e alla condensa, come il multistrato marino e il mogano trattato.

Idromassaggio in camera da letto

E’ un sogno realizzabile se si dispone dello spazio necessario in camera da letto.
Ovviamente il materiale di rivestimento deve essere impermeabile e impermeabilizzante, come una resina cementizia rinforzata da una guaina, e la stanza deve essere necessariamente fornita di una finestra. I costi degli adattamenti idraulici naturalmente aumentano di parecchio.

Materiali costruittivi delle vasche idromassaggio

L’abs è una resina sintetica termoplastica, cioè che indurisce per raffreddamento. Resiste bene agli agenti chimici e all’acqua e per questo è utilizzato per piatti doccia e vasche.

Il metacrilato è un composto da cui si ottengono resine sintetiche termoplastiche e può essere modellato in forme anche elaborate; essendo anch’esso resistente agli agenti chimici e all’acqua, è utilizzato per piatti doccia e vasche.

Pannelli grezzi, come Speed Panel di Calyx, possono rivestire esternamente le strutture a incasso, poiché sono ignifughe, idrorepellenti e insonorizzate. Questi pannelli evitano costosi lavori di muratura in quanto permettono di rivestire la struttura con qualsiasi materiale si accordi con l’arredo e il rivestimento del resto del bagno.

Per i pannelli antispruzzo è sempre più utilizzato il cristallo temprato, resistente agli urti e trattato per evitare il fastidioso appannarsi quando l’ambiente si scalda.

Il Cristalplant garantisce un piacevole effetto vellutato a contatto con la pelle e si rigenera in caso di usura, di graffi o ammaccature, passando una spugna abrasiva. E’ un materiale innovativo, ma per ora ancora costoso.

La ghisa è un ottimo materiale per non disperdere il calore dell’acqua e per resistere alle microabrasioni; l’unico problema è che la ghisa si sbecca se colpita da oggetti pesanti.

L’acrilico può essere di due tipi: coestruso, che non teme incrinature o scheggiature ed è isolante, e il colato reticolato, che oltre a suddette caratteristiche offre una garanzia di maggiore durata, impermeabilità all’acqua e resistenza ai graffi, ma costa il 22-26% in più rispetto al coestruso.

Le funzioni di una vasca idromassaggio

A seconda di cosa si vuole ottenere dalla vasca che ci accingiamo a comprare, facciamo attenzione alle varie funzioni che comprende. Eccone un breve elenco per cominciare a farci un’idea di quel che vogliamo.

Funzione whirpool

L’elettropompa preleva l’acqua, la mette in pressione e la convoglia alle bocchette di erogazione, producendo una miscela di acqua e aria. I benefici di questa funzione sono molteplici:

  • tonifica i muscoli
  • rassoda seno, fianchi e gambe
  • svolge un’azione vasodilatatoria
  • svolge un’azione linfodrenante

Funzione airpool

Sai piccoli ugelli sul fondo della vasca escono solo getti d’aria o in alcuni modelli, d’ozono. Queste bollicine:

  • Agiscono sui centri nervosi del corpo
  • Effettuano un massaggio più rilassante

Funzione turbopool

Questa funzione permette di attivare insieme le funzioni whirpool e airpool

Ozonoterapia

L’aria che esce dagli ugelli sul fondo della vasca è arricchita con ozono; l’ozono ha:

  • proprietà terapeutiche
  • combatte la ritenzione idrica

Cromoterapia

Alcuni faretti disposti nella vasca emettono luci di colori diversi; queste luci producono effetti benefici sull’organismo

Aromaterapia

Oli aromatici contenuti in appositi serbatoi evaporano con il calore e si diffondono nell’ambiente; tali oli:

  • sfruttano gli stimoli olfattivi per migliorare l’equilibrio psicofisico
  • stimolano l’attività intellettuale
  • predispongono al sonno
  • risollevano l’umore
  • aiutano a superare le inibizioni (questo per le serate romantiche!).

Gli stimolanti sono limone, menta, melissa, rosmarino, lemongrass. I rilassanti sono lavanda, sandalo, verbena, petigrain, neroli, gelsomino, geranio. I riequilibranti, che rilassano senza togliere energia, sono il mandarino e l’arancio dolce. Tra gli esotici abbiamo patchouli e ylang-ylang.

Bagno turco

Produce un vapore a 40-60°C che satura l’ambiente; tale vapore serve a:

  • avere un effetto depurante e rilassante su pelle e vie respiratorie
  • rafforzare il sistema immunitario
  • eliminare tossine e impurità

Massaggio Shiatsu

Ottenuto attraverso dei microgetti da orientare sulla zona lombare e cervicale

Ultrasuoni

Onde sonore ad alta frequenza che stimolano gli strati cutanei più profondi

Massaggio con musica

Particolari melodie che aiutano ancora di più il relax del corpo e soprattutto della mente

Bocchette dell’idromassaggio

Da 6 a 16, le bocchette d’erogazione tramite cui l’energia dell’acqua si combina con quella dell’aria per onde massaggianti vigorose o rilassanti, incidono anch’esse sul prezzo e sulla scelta. Devono essere orientabili in tutte le direzioni, e non fisse. I getti devono essere regolabili sulla base degli effetti desiderati.

La semplice azione meccanica dei getti provoca maggior afflusso del sangue ai tessuti. Il grado di pressione con cui l’acqua colpisce le diverse parti del corpo drena la ritenzione idrica. Le bolle più sono piccole e più raggiungono efficacemente le parti del corpo interessate.

Igiene e disinfezione della vasca a idromassaggio

Nella vasca a idromassaggio esistono programmi di disinfezione automatica che si azionano naturalmente a vasca vuota: basta immettere nei circuiti il corretto quantitativo di un prodotto disinfettante e antibatterico, e la vasca provvederà da sola, anche a lavare e risciacquare le bocchette. Comoda la pulizia di una vasca a idromassaggio!Tuttavia periodicamente e seguendo le istruzioni fornite dall’azienda, conviene smontare le bocchette e sciacquarle a mano.

Accessori

Dai poggiatesta, alle forme ergonomiche (più larghe per la testa e più strette per i piedi), al fondo antiscivolo (con materiale antisdrucciolo o parti in rilievo), dai cuscini dorsali alle boccette estraibili, dai getti diversi della boccetta della doccia alle mensole portaoggetti, dalle radio ai televisori resistenti all’acqua, anche gli accessori concorrono alla scelta della vasca a idromassaggio.

Cercate quella completa di tutto ciò che desiderate per il vostro relax, oppure scegliete delle soluzioni di compromesso (per esempio la radio e la tv possono anche essere piccoli ed esterni alla vasca, della quale alzerebbero notevolmente il prezzo, da poggiare su qualche mensola o su uno sgabello; oppure i poggiatesta esistono in tessuto morbido con ventose, da applicare in seguito; l’antiscivolo si può creare con appositi tappetini o sistemi in legno; di portaoggetti ne esistono in tutte le forme, le dimensioni e i prezzi)

Scelta e acquisto di una vasca a idromassaggio

> approfondisci come scegliere e acquistare una vasca idromassaggio



2 Commenti

  1. armando
  2. rosanna volpi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *