Tipi di bicchieri

Guida alla scelta e all’acquisto dei bicchieri per la vostra casa. I bicchieri sono un’elemento molto importante della casa, sia per il ruolo funzionale, sia per l’aspetto estetico. Per scegliere i bicchieri adeguati, che siano affidabili e funzionali, durevoli e solidi, ma anche belli ed eleganti, in armonia con il resto del vostro arredamento è importante essere informati e conoscere bene questa tipologia di oggetti.

Tipi di bicchieri

Tipi di bicchieri

Esistono diverse tipologie di bicchieri, differenti non solo per il gusto estetico, ma anche e soprattutto per la destinazione. Qui si entra in un campo forse oscuro ai più, difficile da conoscere nel dettaglio. Innanzitutto i bicchieri si distinguono in due categorie principali:

  • bicchieri per acqua o bibite
  • bicchieri per vino e bevande alcoliche

Sono i bicchieri per il vino i più difficili da conoscere, in quanto ogni specialità alcolica ha il suo bicchiere più adatto; se siete appassionati di vino, sarete sicuramente esperti in materia. Ma se non conoscete nulla in merito, però vi interessa fare bella figura con chi se ne intende, ecco qualche consiglio:

  • bicchieri a calice con forma di tulipano
    vanno bene per i i vini rossi giovani e di medio corpo
  • ballon
    è adatto ai vini rossi corposi, in quanto la forma tondeggiante ne favorisce l’ossigenazione
  • bicchiere a calice stretto
    va bene per i vini bianchi giovani
  • bicchiere con calice panciuto e con il bordo curvato all’interno
    è adatto ai bianchi frizzanti e al rosato
  • bicchieri cosiddetti flute
    sono adatti agli spumanti, in quanto la loro forma lunga e stretta convoglia le bollicine verso l’alto
  • bicchieri a coppa
    vanno bene per i vini dolci da dessert, in quanto consentono all’aroma di espandersi

Per quanto riguarda invece i bicchieri per acqua o bibite, ci sono diverse possibilità:

  • bicchieri bassi con manico
  • bicchieri bassi senza manico
    i più diffusi e utilizzati
  • bicchieri alti
    più fini e capienti, pensati per chi non ama versarsi continuamente da bere

I bicchieri per acqua possono poi avere le forme più stravaganti, nonché colori e decorazioni di ogni genere: dai panciuti, agli squadrati, a quelli con forme rigorosamente geometriche; dai colori sgargianti ai disegni per i bambini.

Sempre nella categoria dei bicchieri, si possono annoverare letazze e le tazzine, in quanto anche queste servono per bere alcuni tipi di bevande, soprattutto calde. Le tazze per la colazione (quindi per latte, tè, etc) o per servire tè e tisane o cioccolata nel pomeriggio o la sera, sono tradizionalmente delle scodelle in ceramica dotate di manico, mentre le tazzine sono molto più piccole e servono appositamente per il caffè o il cappuccino se sono leggermente più grandi.

In realtà ormai anche le tazze hanno declinazioni infinite, sia nei materiali che nelle forme, nei colori e nelle decorazioni. Nella maggior parte dei casi, l’unica caratteristiche che le accomuna tutte è la presenza di un manico se non di due, per aiutarsi a bere e per non rischiare di scottarsi, facendo cadere il contenuto della tazza.

I materiali dei bicchieri

I materiali più utilizzati per la realizzazione dei bicchieri sono vetro e cristallo.
Nel caso dei bicchieri per vino, il materiale deve essere rigorosamente trasparente, in quanto il colore non aiuta a distinguere la bevanda che il bicchiere contiene. Per i bicchieri da acqua invece, il materiale può essere realizzato nei colori più diversi.
Nonostante i servizi anche qui da 6, 12, 18 e via discorrendo, i bicchieri sono le stoviglie che più si prestano a essere acquistate sciolte, ognuna con colori e fantasie diverse. Per quanto riguarda le tazze invece, i materiali possono essere gli stessi dei piatti: ceramica, plastica resistente, metacrilato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *