Progettare cabina armadio

La cabina armadio è un lusso per la casa: un’area o un’intera stanza dedicata al proprio guardaroba infatti è una comodità impareggiabile; esiste in diverse dimensioni, è collocabile in diversi ambienti della casa e può essere costituita da materiali differenti.

La cabina armadio è una comodità entrata a far parte delle nostre consuetudini solo negli ultimi tempi; era considerata inizialmente un lusso: chi tra le fanciulle romantiche non sognava di avere uno spazio ampio e funzionale per poter vedere tutti gli abiti in suo possesso ben sistemati, per poter scegliere vestiti, scarpe, cappotti e potersi cambiare e ricambiare e cambiare ancora ogni volta che lo desidera con tutto un suo spazio a disposizione per farlo?

Cabina armadio

Ma la cabina armadio ormai può essere una realtà molto concreta, da realizzare anche in ambienti non troppo grandi, e costituisce una valida alternativa al guardaroba, anche in termini di costi.

Le soluzioni per ricavare una cabina armadio sono numerose e rispondono anche a necessità di tipo estetico, in quanto a seconda dei materiali e delle rifiniture scelte, si possono adattare ad arredamenti di tutti i gusti, dallo stile classico a quello contemporaneo.

Funzioni della cabina armadio

La cabina armadio si presenta come la soluzione alternativa all’adibire una stanza intera soltanto a contenere abiti e accessori vari; quasi mai infatti è possibile avere a disposizione una camera in più esclusivamente per questa funzione, così le cabine armadio sfruttano soltanto una parte degli ambienti. Dall’altra parte, la cabina armadio è l’alternativa al guardaroba. La cabina armadio si presenta quindi come una mini-stanza da sistemare in posti talvolta diversi, fatta di vere e proprie pareti, di porte per accedervi e attrezzata all’interno con tutti gli accessori utili alla scelta degli abiti e alla vestizione.

Le funzioni di una cabina armadio sono principalmente due:

  • contenere in ordine e in bella vista tutti i vestiti, le scarpe, le giacche e gli accessori per gli abiti che si posseggono
  • fungere da spogliatoio, dove potersi vestire, cambiare, sistemare, controllare e guardare.

Dove sistemarla

Appurato che la cabina armadio è un elemento autosufficiente e a sé stante che può occupare soltanto una porzione di un intero ambiente, sorge spontanea la domanda: quale ambiente è più opportuno utilizzare per una cabina armadio? La risposta non è univoca; esistono infatti diverse soluzioni, a seconda della disposizione degli ambienti nella casa e dello spazio a disposizione.

  • Il posto migliore per posizionare la cabina armadio, per logica e per comodità, è la camera da letto e per farlo esistono anche qui diverse soluzioni
  • Un altro ambiente potrebbe essere il disimpegno di passaggio tra una camera da letto e un’altra e in questo caso la cabina armadio potrebbe essere la soluzione per gli abitanti di entrambe le camere
  • La cabina armadio può trovare posto anche in un locale di passaggio vicino alla zona notte, non necessariamente tra una camera e l’altra
  • Nel centro di un grande openspace, per separare ambienti diversi fra loro

Come sistemarla

A questo punto è bene capire quali forme di cabine armadio scegliere e come sistemarle all’interno degli ambienti sopraelencati. Intanto, occorre sapere che le forme delle cabine armadio possono essere le più varie:

  • rettangolare, stretta e lunga
  • quadrata o leggermente rettangolare, con i lati quasi uguali
  • triangolare
  • rotonda
  • irregolare, per adattarsi ad ambienti con spazi non regolari e non standard

A seconda dello spazio che abbiamo a disposizione nell’ambiente scelto, la cabina armadio potrà essere posta:

lungo una parete
(misure circa: 360cm x 70 cm); in questo caso è da preferire una cabina armadio rettangolare ovviamente lunga e stretta. Tale soluzione può soddisfare le esigenze di una camera da letto non troppo grande, in quanto attaccato alla parete esterna della cabina potrà essere sistemato il letto;

in un angolo
(misure sufficienti per due persone delle pareti da attrezzare: 2m x 2m; misure sufficienti per una persona delle pareti da attrezzare: 130cm x 130cm); in questo caso si utilizza ovviamente una cabina armadio triangolare. Anche in questo caso lungo la parete obliqua esterna della cabina armadio sarà possibile sistemare il letto;

in una nicchia
con i moduli per gli abiti disposti su tre lati contro le pareti della stanza; in questo caso parliamo di una cabina armadio quadrata o leggermente rettangolare, che può essere sistemata all’interno della camera da letto o in un locale di passaggio, l’importante è che rimanga libero il lato che non presenta moduli, perché lì saranno collocate le porte d’accesso; in questo caso quindi se si sceglie di posizionare la cabina armadio nella camera da letto, quest’ultima deve essere ampia;

al centro di una stanza molto ampia
cabine quadrate o rotonde sono la soluzione ottimale per questa sistemazione, e possono fungere anche da pareti divisorie per l’ambiente, come ad esempio in un loft o in un openspace, per separare il soggiorno dalla zona notte. Le cabine con pareti rotonde o comunque curve creano effetti visivi molto particolari anche all’esterno, ma sono un po’ più difficili da attrezzare all’interno.

Struttura

Le pareti delle cabine armadio possono essere realizzate principalmente in tre modi:

  • in muratura
  • in cartongesso
  • con telai autoportanti in alluminio, con o senza pannellature, che possono essere accostati al muro o sistemati al centro della stanza, per diventare anche pareti divisorie

All’interno le pareti possono essere attrezzate in diversi modi:

  • con strutture per gli abiti, freestanding o su misura
  • con boiserie in legno, predisposte per l’aggancio di mensole, appendiabiti e accessori per la sistemazione dei vestiti
  • con boiserie, fianchi, basi e ripiani in nobilitato, materiale ecologico, durevole, resistente e lavorabile, che si presta alle più varie finiture, dalle essenze di tutti i legni, a laccature lucide o opache; tale materiale è poi spesso trattato in modo da risultare antigraffio
  • i telai portanti sono normalmente in alluminio, visivamente leggero ma adatto a carichi pesanti

Le porte d’accesso invece possono essere di tre tipi, come nei guardaroba tradizionali:

  • a battente, le quali necessitano di uno spazio libero di circa 120 cm davanti per poter essere aperte comodamente
  • a libro, per chiudere spazi ridotti, spesso angolari, perché permettono di avere la completa visibilità dell’interno del vano e hanno un ingombro minimo
  • scorrevoli, per risparmiare spazio (necessitano infatti soltanto di 60 cm davanti per consentire il passaggio), anche se l’accesso al vano è parziale

Le ante d’accesso alle cabine armadio devono essere dotate di profili antipolvere: l’ambiente ampio infatti in cui sono sistemati gli abiti “a giorno”, rende questi ultimi più facili a impolverarsi e quindi da proteggere. Le ante d’accesso alle cabine armadio inoltre possono essere:

  • in legno, come il resto della cabina
  • in vetro di sicurezza, temperato o stratificato, montato su telai di legno o di alluminio anodizzato, per far filtrare la luce
  • in metacrilato, detto vetro sintetico, caratterizzato da durevolezza e resistenza meccanica

Se si scelgono ante in vetro completamente trasparente, quindi non satinato, occorre essere molto precisi e ordinati nel sistemare gli abiti all’interno della cabina, poiché saranno sempre visibili dall’esterno.

Progettare cabina armadio: attenzione alle misure

Le cabine armadio possono essere vendute con misure standard, oppure possono essere adattate e personalizzate a seconda dello spazio e della forma dell’ambiente che si hanno a disposizione.

I pannelli delle cabine armadio infatti, possono essere scelti di dimensioni diverse in altezza, larghezza e profondità; inoltre sono previste delle fasce di tamponamento verticali e orizzontali, che servono a riempire e adattare i volumi disponibili nel caso di spazi di forma e dimensioni irregolari.

Per quanto riguarda le cabine armadio angolari, queste vanno attrezzate diversamente a seconda delle loro dimensioni: se le due pareti che poggiano contro il muro sono di almeno 200 cm, si possono attrezzare entrambe; se le pareti sono inferiori ai 130 cm è meglio attrezzarne una sola, in modo da lasciare lo spazio per muoversi all’interno, oppure si può attrezzare una parete con moduli profondi soltanto 50 cm e l’altra con mensole più strette.

Parlando ancora di misure, per realizzare una cabina armadio in una camera da letto, la profondità di quest’ultima deve essere almeno di 4 metri. Inoltre è necessario essere informati sul Regolamento edilizio della propria zona: la maggior parte dei Regolamenti comunque indica come dimensione minima per una camera da letto matrimoniale compresa di cabina armadio quella di 14 metri quadri.

Organizzazione all’interno delle cabine

All’interno della cabina armadio, possiamo trovare strutture già combinate oppure possiamo scegliere le combinazioni che meglio rispondono alle nostre esigenze.

I moduli e gli accessori tra cui scegliere sono tantissimi e alcuni elementi sono indispensabili per tenere tutto in ordine e a portata di mano: la caratteristica infatti che rende uniche e desiderabili le cabine armadio è il fatto di poter avere tutto sotto controllo a colpo d’occhio, per scegliere gli abiti velocemente, e di poter prendere tutto quello che ci serve molto comodamente.

Gli elementi indispensabili sono:

  • ripiani e mensole per piegare biancheria (asciugamani, lenzuola, etc) e maglie
  • cassettiere, per la biancheria intima, le magliette, le cravatte, etc
  • bastoni appendiabiti, per giacche, pantaloni, camicie, gonne, abiti, cappotti e giacche di varia natura
  • scarpiere o soluzioni pensate appositamente per le scarpe: rastrelliere o ripiani con scatole adibite al contenimento delle scarpe

Gli elementi accessori, ma quasi necessari per poter tenere tutto in ordine, sono invece:

  • cappelliere
  • portacravatte estraibili
  • portapantaloni estraibili
  • vassoi e mensole estraibili
  • bastoni appendiabiti saliscendi ed estensibili, per poter sfruttare lo spazio in altezza ed essere comodi nel prendere ciò che serve
  • cassettiere su ruote

Nelle strutture componibili, grazie alla presenza di cremagliere, cioè ingranaggi con dentatura rettilinea, in cui scorrono elementi mobili che si usano per fissare ripiani e quant’altro, tutti questi elementi possono essere variati nel tempo, sia nella disposizione che nella tipologia.

Se la cabina armadio infine è abbastanza grande da asservire anche all’altra sua funzione principale, lo spogliatoio, dotiamola anche di tre elementi in questo caso indispensabili:

  • una seduta ampia e morbida (come ad esempio un pouf) per potersi vestire più agevolmente e per potersi mettere le scarpe
  • un tappeto grande, se si riesce ampio come l’intera superficie interna della cabina, per potersi muovere anche scalzi
  • uno o più specchi a figura intera, per potersi guardare una volta vestiti e decidere se cambiarsi oppure cosa aggiustare

Illuminazione interna

Un altro elemento importante all’interno delle cabine armadio sono proprio i sistemi illuminanti. La soluzione ottimale per dotare le cabine armadio dell’illuminazione giusta sono dei faretti inseriti nel controsoffitto o incorporati nel cielo della struttura. Dato che spesso i faretti sono dotati di un trasformatore incorporato, si necessita solo della presenza di una presa elettrica e non della realizzazione di un vero impianto elettrico ad hoc.

In alternativa esistono particolari luci, pensate appositamente per illuminare l’interno degli armadi, da applicare sotto ai ripiani oppure al soffitto o alle pareti, avendo cura di raccogliere i fili con portacanaline per poterli convogliare verso le prese di corrente. Un esempio di luci da guardaroba può essere Fas di Ikea.

Le lampadine più adatte per illuminare l’interno della cabina armadio sono quelle a bassa tensione, cioè 12 volt al massimo, per due motivi

  • producono meno calore e quindi non c’è il rischio di surriscaldare e incendiare gli abiti
  • non alterano la visione dei colori.

Nel vestirsi è infatti importante saper accostare colori diversi e tonalità differenti dello stesso colore: per far questo occorre poterli vedere correttamente. Le lampadine a 220 volt tradizionali alterano invece la percezione visiva dei colori. Tra le lampadine a 12 volt sono molto diffuse le alogene o quelle a led, entrambe a lunga durata.

Alternative alla cabina armadio: guardaroba ad angolo e soluzioni fai-da-te

Se l’idea della cabina armadio ci piace tanto, ma non ce ne possiamo permettere una realizzata con strutture interne ed esterne a sé stanti, esistono due soluzioni possibili che possiamo adottare:

  • acquistare un guardaroba ad angolo. Tali armadi nella parte angolare sono dotati di ante a libro, che si aprono su uno spazio interno piuttosto ampio, da attrezzare e usare appunto come una piccola cabina armadio;
  • scegliere la porzione di stanza che si vuole adibire a cabina armadio, attrezzarla con strutture freestanding come la serie Stolmen di Ikea e chiuderla servendosi di soluzioni per separare gli ambienti senza ricorrere a lavori di muratura: applicazione di tende o di divisori a tutt’altezza, oppure ancora di pareti in vetrocemento da montare da soli (come i ClicBloc di Alvex). Questa è una soluzione da utilizzare sfruttando tre pareti per gli accessori e chiudendo la parte che rimarrebbe altrimenti aperta sul resto della stanza.

Link a siti web utili per saperne di più

Ikea
http://www.ikea.it/
Nella sezione denominata “Mobili”, si può accedere all’area dedicata ai “Sistemi per cabine armadio” e a tutti quegli elementi, come cassettiere e scaffali, che possono essere utili per attrezzare una cabina armadio. Inoltre nella sezione “Illuminazione”, è presente un’area dedicata all’illuminazione dei mobili, dove si trovano i faretti adatti per illuminare l’interno delle cabine armadio.

Servetto
http://www.servetto.it/
Dall’home page del sito, disponibile in diverse lingue, si può accedere alle diverse sezioni, dedicate agli accessori, alle attrezzature e alle cabine armadio. Servetto produce accessori molto utili, come gli appendiabiti saliscendi. Si può poi scegliere il punto vendita più vicino e scaricare interamente i cataloghi dei prodotti.

Rimadesio
http://www.rimadesio.it/
Tra i prodotti, c’è una sezione dedicata alle cabine armadio: per ogni cabina armadio prodotta, sono disponibili le varie composizioni, le immagini, i dettagli, la descrizione della tecnologia e di materiali e finiture utilizzati.

Tumidei
http://www.tumidei.it/
Tra i prodotti, Tumidei annovera anche una gamma di cabine armadio, nell’area “Cabine e spazi attrezzati”, particolarmente pensate per i più giovani e di cui sono disponibili immagini e descrizioni.



Una risposta

  1. gerardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *