Mobili per il bagno

Il bagno non è fatto solo di sanitari, ma anche di rivestimenti, accessori e arredi, veri e propri mobili da bagno. Sono fatti per contenere, ma anche per dare smalto e personalità a un ambiente che non è più solo un mero luogo di servizio, ma un posto per rilassarsi e prendersi cura di sé. Per questo è importante saper scegliere i mobili per il bagno tra tantissime proposte, materiali e colori adatti a noi.

Mobili per il bagno

Gli arredi e i mobili per il bagno possono essere coordinati con tessuti e rivestimenti che esprimano al meglio la nostra personalità, oltre a essere assolutamente funzionali alla praticità del bagno stesso.

I mobili e gli accessori per il bagno

Il bagno, una delle più grandi conquiste dell’uomo in fatto di comodità, è ormai essenziale in una casa, ma oltre alla necessità, è bene guardare anche alla sua praticità e alla sua estetica. Oltre ai sanitari dunque, che rappresentano la parte appunto essenziale del bagno e delle sue funzioni, è utile saper arredare e/o attrezzare il bagno, a seconda dei casi, per renderlo spazioso, ma pratico e anche bello. E’ possibile così, rendere accogliente e funzionale anche un bagno di piccole dimensioni, oppure trasformare un bagno grande in una vera e propria stanza della casa.

L’arredo essenziale del bagno

Quel che non può mancare in bagno, oltre ai sanitari, in fatto di arredo e accessori sono:

  • almeno un mobile contenitore, che può essere sistemato sotto o sopra il lavandino, oppure a parte (per asciugamani, detersivi, creme e detergenti vari)
  • uno specchio, che può essere integrato oppure no con un mobile pensile, rigorosamente posizionato però sopra al lavabo
  • tra gli accessori: i portasciugamani, da terra o da parete; il portarotolo di carta igienica, da terra o da parete; lo scopino per il water; portaoggetti (per spazzole, phon, creme sempre a portata di mano, etc); attaccapanni per gli accappatoi

L’arredo completo per il bagno

In un bagno non troppo piccolo, l’arredo classico è composto da più elementi, ognuno con la sua funzione principale. Anche per il bagno, l’arredamento moderno propone soluzioni modulari, da comporre a seconda di spazio ed esigenze; gli elementi modulari da poter abbinare sono solitamente:

  • mobili portalavabo
  • mobili alti o colonne
  • pensili con o senza specchiere
  • mensole e ripiani, a giorno o con ante

Ognuno di questi mobili ha una sua funzione principale, che poi può essere modificata a seconda dei casi:

  • il mobile portalavabo, nella maggior parte dei casi chiuso con ante, oltre appunto a contenere il lavandino, è di solito adibito a contenere i detersivi per pulire il bagno ma anche il resto della casa
  • i mobili alti, o colonne, sono spesso per metà chiusi da ante e per metà con pensili a giorno, e sono generalmente utilizzati per riporre gli asciugamani di ricambio per lavandino, bidet e doccia, oppure per gli ospiti
  • i pensili, da posizionare sopra il lavandino nel caso abbiano integrata la specchiera, leggermente spostati verso un lato del lavabo nel caso siano sprovvisti di specchio, possono essere sia chiusi da ante che a giorno, e sono utilizzati per riporre creme, spazzole e pettini, saponi, profumi e via discorrendo, cioè tutto quello che ci serve per il viso e la parte superiore del corpo
  • le mensole e i ripiani costituiscono ulteriori spazi in cui disporre detergenti o asciugamani
  • una sedia o uno sgabello per le attività da svolgere in comodità, come la depilazione

Nel caso in cui vi siano altri mobili contenitore, si possono riporre in questi per esempio i tappeti per il bagno per il ricambio settimanale, oppure si possono utilizzare per riporre altri elementi dal resto della casa, che non trovano posto nelle altre stanze. Spesso il mobile portalavabo, il pensile o la colonna, e la specchiera, fanno parte di un unico mobile con lavandino integrato.

Arredare e attrezzare il bagno

Arredare un bagno, significa scegliere quali e quanti mobili inserire, guardando a forme, colori ed estetica in generale. Attrezzare un bagno invece, significa corredarlo di tutti gli elementi e gli accessori utili a farlo diventare funzionale e pratico. Quando il bagno è di grandi dimensioni, è possibile arredarlo, scegliendo con cura tutti i mobili di cui si è parlato prima, oltre magari a un doppio lavandino, sanitari di forme particolari e vasche per il relax e magari il bagno turco.

Inoltre, se il bagno è grande quanto una qualsiasi altra camera della casa, è alternativo e interessante aggiungervi magari, anche una comoda chaise longue, dove rilassarsi e leggere magari mentre si aspetta che faccia effetto la crema depilatoria oppure per assaporare i vapori della sauna. Ovviamente poi il bagno in questione andrà anche attrezzato, scegliendo elementi ed accessori consoni al tipo di arredamento deciso.

Quando il bagno è piccolo (come spesso il secondo bagno di una casa, o anche il primo e unico se si tratta per esempio di un monolocale), spesso non è possibile “arredarlo”, se non con un unico, piccolo mobile, ma è assolutamente necessario attrezzarlo e, anzi, l’attenzione nel procedere con questa operazione aumenta ulteriormente, per non rischiare di rendere il bagno scomodo, disordinato e al limite dell’inutilizzo.

Arredare il bagno: i mobili e le curve

Una delle tendenze più in voga nell’arredo del bagno sono i mobili curvi, concavi o convessi. Le forme eleganti e sinuose, non sono soltanto belle da vedere, ma permettono di organizzare bene lo spazio e di agevolare il passaggio, eliminando gli spigoli. Infatti le curve dei mobili offrono diverse profondità, che rendono possibile il recupero di spazio per l’apertura delle ante, mantenendo intatto lo spazio interno per contenere. Per questo i mobili con le curve possono adattarsi sia all’arredo di bagni più grandi, sia a quello dei bagni più piccoli con un minimo di spazio per un mobile: scegliendo per esempio mobile sottolavabo con lavandino integrato, pensile e specchio in un’unica soluzione con le ante curve, si potrà ricavare molto spazio per contenere e occuparne poco al resto del bagno.

Attrezzare il bagno: gli accessori utili

Attrezzare un bagno piccolo, come si diceva, è un’operazione indispensabile. Se non c’è lo spazio materiale per un mobile che poggi per terra, nemmeno se si tratta di un portalavabo, attrezzate la parte superiore al lavandino con un pensile dotato di ante a specchio, oppure con una specchiera corredata da un pensile ai lati o su un solo lato. In alternativa o contemporaneamente, applicate a una porzione di parete libera, anche di pochi centimetri (magari sopra al bidet o alla lavatrice), delle mensole, dato che ne esistono anche di dimensioni ridotte. Oppure, montate un ripiano o una mensola più lunga immediatamente sopra il lavandino e sotto lo specchio.

Tanti piccoli contenitori da appendere o da appoggiare sul lavabo o sulle mensole, serviranno per tenere a portata di mano tutti gli elementi piccoli ma indispensabili in un bagno: creme, profumi, pettini e spazzole, occorrente per farsi la barba, occorrente per depilarsi, saponi. In alternativa esistono elementi accessoriati con molti scomparti pensati appositamente per asciugamani, saponi, spazzolini, specchi. Le angoliere, i portaoggetti in metallo o in legno, per la vasca o per la doccia, conterranno l’occorrente per il lavaggio del corpo: bagnoschiuma, docciaschiuma, shampi, balsami, spugne, etc.

Altri elementi fondamentali per l’attrezzatura del bagno, sono i portasciugamani; questi possono essere:

  • da parete; in questo caso ne esistono di diversi tipi:
    • possono essere costituiti da più sbarre girevoli su un perno, per appendere 2 o 3 asciugamani piegati, e il suddetto perno in questo caso è provvisto degli attacchi per essere ancorato al muro
    • possono essere costituiti da un’unica sbarra, ricurva ai lati, i quali verranno ancorati al muro, dove riporre un asciugamano ripiegato
    • possono essere dei piccoli appendini da applicare al muro in serie o singoli, o tramite chiodi o tramite adesivi: in questo caso l’asciugamano non si appenderà piegato, ma si appunterà sull’appendino solo per un punto, oppure tramite il gancio di stoffa di cui spesso gli asciugamani sono provvisti
  • da appoggio a terra: senza dover fare interventi sul muro (chiodi, trapano o colla da adesivi), questi portasciugamani sono dotati di una base che poggia a terra e di un’asta che alla sua estremità sorregge una o più sbarre per riporre gli asciugamani piegati.

I portasciugamani possono essere in acciaio, in metallo, o in plastica bianca o colorata. Un’alternativa al portasciugamani può essere il calorifero o portasalviette fatto a sbarre orizzontali da applicare al muro (ovviamente da un tecnico specializzato); ne esistono di diverse forme e colori e gli asciugamani oltre a essere piegati e in ordine, risultano sempre caldi. Un’altra alternativa è costituita dagli attaccapanni: in un bagno piccolo sono ideali quelli da applicare alle ante delle porte, come Grundtal di Ikea. Qui, oltre agli asciugamani (soprattutto i teli di grandi dimensioni per la doccia), si possono appendere gli accappatoi, per gli abitanti della casa e per gli ospiti.

Gli altri due accessori indispensabili nel bagno sono ovviamente il portarotolo di carta igienica e lo scopino per il water. Spesso i due accessori sono accorpati in un’unica soluzione, da appoggiare a terra. Quando sono separati, ovviamente lo scopino rimane da appoggiare a terra, nel suo apposito contenitore sempre igienizzato (che può essere delle forme più svariate e dei colori più sgargianti: se ne trovano anche al mercato o al supermercato, magari a forma di mucca, di maiale, di rana, oppure rosa shocking, blu elettrico, etc, per rendere il bagno allegro e divertente, soprattutto se è quello dei ragazzi); il portarotolo invece può essere anche da parete, dove i lati del bastone cilindrico che contiene il rotolo, sono da fissare al muro.

Esistono anche simpatiche e pratiche soluzioni per contenere i rotoli di carta igienica di scorta, come Racken di Ikea, o come i portarotoli in stoffa ricamati a mano o fatti a uncinetto, da appendere al muro, e che possono contenere 4 o 5 rotoli di carta di scorta (questi si trovano facilmente su eBay).

Illuminazione del bagno

Per quanto riguarda l’illuminazione generale, se il soffitto del vostro bagno è più alto di 3 metri e la superficie è minore di 20 mq (cioè in tutti i casi, perché il bagno non può essere più grande di una decina di metri quadri al massimo), il lampadario a sospensione deve pendere di almeno 80 cm, in modo da illuminare bene tutto l’ambiente. Se il soffitto è standard, cioè di 3 metri, basta una pendenza di 50 cm del lampadario. In entrambi i casi ci vogliono lampadine di almeno 60W, meglio se a risparmio energetico.

Oltre all’illuminazione generale, è necessario dotare questo ambiente di almeno due punti luce forti, posizionati nella zona lavandino, sopra lo specchio. Illuminare bene questa zona equivale a lavarsi meglio, farsi la barba meticolosamente e senza tagli, truccarsi senza sbavature. Inoltre punti luce in più rispetto all’illuminazione generale, servono anche a leggere meglio quando si è comodamente seduti sul wc (e non dite di no perché lo facciamo tutti!) o per fare la doccia senza pericolosi sensi di claustrofobia.

Nel caso possediate una vasca e di tanto in tanto siete abituati a un lungo bagno caldo rilassante, mettete nel vostro bagno o piccole luci d’atmosfera oppure candele: la luce soffusa serve per rilassarsi meglio. Se invece avete comprato una vasca con la cromoterapia, non vi serve altro!

Tessuti per il bagno

In bagno i tessuti importanti e necessari sono:

  • i tappeti assorbenti e antiscivolo
  • la tenda per la doccia
  • gli asciugamani
  • le tende per le finestre, se si tratta del bagno principale

Tappeti
I tappeti per il bagno generalmente si trovano in set e servono ad assorbire l’acqua che inevitabilmente cade a terra quando ci si lava: per il lavandino, per il bidet e per la vasca. I tappeti per lavandino e bidet si adeguano alla forma dei sanitari stessi, mentre il tappeto per la vasca o la doccia è solitamente rotondo o rettangolare. Scegliete colori che riprendano la tonalità dominante delle pareti.

Tappeto antiscivolo
Dentro la vasca o la doccia sistemate un tappeto antiscivolo, dotato di ventose: se ne trovano di ogni forma e colore e possono essere un motivo decorativo anche divertente.

Tenda doccia
La tenda per la doccia, se questa non è provvista di chiusura con ante in vetro o in plexiglass, deve innanzitutto essere grande abbastanza per coprire tutte le aperture della vasca o della doccia, quindi uno, due o tre lati; prima di comprarla misuratene la lunghezza. Sceglietene poi una con motivi del colore predominante nel bagno o se la preferita in tinta unita, va bene o un colore neutro, oppure lo stesso colore del resto del bagno, ma in tonalità più chiara.

Asciugamani
Gli asciugamani per il lavandino, per il bidet, i teli per la doccia e gli accappatoi, sono indispensabili e ogni abitante della casa dovrebbe avere i propri. Gli asciugamani da poter tenere in bella vista, sui portasciugamani o sui ripiani a giorno, dovrebbero essere in spugna e ricordare i colori del resto del bagno, con tonalità che si avvicinino, oppure con tonalità neutre come bianco o panna.

Tende
Alle finestre scegliete tende pesanti se queste non sono dotate di vetri smerigliati, oppure più leggere per far filtrare la luce se la privacy è assicurata già dal vetro. Il modello più pratico e adatto al bagno è la tenda arricciata, in un colore chiaro per far passare più luce naturale possibile.

I rivestimenti per il bagno

Le piastrelle del bagno possono essere scelte in un’unica soluzione per le pareti e per il pavimento, oppure in due soluzioni diversificate. Per le pareti, i materiali possibili sono:

  • mosaici in vetro
  • monocottura
  • gres porcellanato
  • maioliche
  • bicottura
  • vetro decorato
  • ceramica

Per il pavimento, i materiali possibili sono:

  • monocottura
  • bicottura
  • gres porcellanato
  • ceramica

Tra colori e decorazioni, le possibilità per rivestire il bagno non si contano. Ecco una breve lista di decori che è possibile trovare con i materiali elencati sopra:

  • millerighe
  • effetto onde
  • effetto gocce
  • anni ’60 effetti optical
  • cerchi pop
  • stampe di grandi disegni colorati, effetto fumetto a parete
  • fiori e foglie
  • libri e oggetti disegnati
  • effetto zebrato
  • effetto carta da parati

Alcuni modelli di mobili per il bagno sono venduti o si possono successivamente rivestire con lo stesso tipo di piastrelle o mosaici utilizzati per i rivestimenti.

I colori in bagno

Anche in bagno i colori neutri, classici ma sempre attuali, come il bianco o il giallino chiaro, vanno molto bene, soprattutto se il bagno è piccolo, in quanto il chiaro amplia lo spazio visivo. In bagno però si può osare con i colori forti e sgargianti: infatti, non essendo una stanza che si “vive”, non si rischia di essere stufati dalla visione continua di tinte forti. Quindi dal verde acido accostato col viola, dal lilla al rosa shocking, dal blu elettrico accostato con l’azzurro, piastrelle, pareti, tessuti, mobili, accessori e in alcuni casi persino i sanitari, possono essere cercati e accostati azzardando tinte e accoppiamenti inusuali. Con rivestimenti in fantasia, come le millerighe o le stampe colorate o gli effetti optical elencati sopra, arredi, tessuti e accessori sono da tenere in tinte neutre. Al contrario, se i rivestimenti sono neutri, osate con i colori e le fantasie di tessuti, accessori e arredi. Anche il bagno deve essere piacevole da vedere!

Link a soto web utili per acquistare i mobili per il bagno

Arredare e ristrutturare il bagno

http://www.yourbath.it/

Un sito con tanti consigli, informazioni e discussioni sui prodotti per il bagno, dall’arredo agli accessori ai sanitari, su come e dove acquistarli, e su come ristrutturare il bagno.

Castagnari

http://www.castagnarisrl.it/

Il sito, disponibile anche in inglese e in spagnolo, presenta consigli e informazioni sui materiali, oltre che un vasto catalogo di prodotti, suddivisi per collezione. Sono molte le proposte d’arredo e di complementi e accessori per il bagno.

Bmt

www.bmtbagni.it

Nella sezione prodotti, è possibile vedere una vasta gamma di composizioni per l’arredo del bagno, suddivise a seconda dello stile (contemporaneo, classico, etc)

Industrie Ceramiche

http://www.industrieceramiche.com/

Su questo sito si trovano news dal mondo dell’arredo del bagno, le aziende produttrici e la suddivisione dei prodotti per tipologia, comprensivi di rivestimenti per il bagno.

Supergres

http://www.supergres.com/

Il sito, disponibile in diverse lingue, presenta diversi rivestimenti, anche per bagno, suddivisi per stile



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *