Materiali dei mobili della cucina: come scegliere

La scelta della cucina riguarda in modo particolare la selezione dei materiali con cui sono costruiri i suoi componenti. Essi andranno infatti a determinare non solo la praticità, ma anche l’estetica dei vostri mobili e degli elementi di arredo. Abbiamo esaminato per voi i vari materiali che compongono gli elementi strutturali della cucina, ma anche le rifiniture, il piano di lavoro e tutti gli accessori, in maniera da fornirvi i dati necessari per fare una scelta attenta e oculata, e scegliere nel modo migliore individuando quello (o quelli) più adatto alle vostre esigenze.

Materiali dei mobili della cucina: come scegliere

Materiali usati per la cucina

I materiali della cucina, determinano lo stile e il tipo di cucina, ed anche il costo e la sua resistenza; sono inoltre fondamentali per quanto riguarda l’ efficienza, la funzionalità, la praticità, ed anche la pulizia della cucina. I materiali da considerare quando si acquista una cucina sono quelli della:

  • struttura
    di solito il legno, che non sempre corrisponde all’aspetto superficiale
  • rivestimento principale
    ossia ante e profili
  • piano di lavoro

Materiali delle strutture

Le strutture della cucina sono di solito realizzate con il legno, che può essere:

  • massiccio o massello
  • impiallacciato
  • tamburato
  • truciolato

Vediamo singolarmente queste definizioni.

Legni massicci o masselli

Sono massicci o masselli se la superficie e l’interno si compongono dello stesso legno e non hanno alcuna soluzione di continuità; i tronchi sono tagliati a sezioni differenti, che vengono unite con dei chiodi o delle colle, formando così diversi pezzi, che possono essere verniciati o lucidati. Se volete assicurarvi sulla qualità del legno che desiderate acquistare, ci sono alcune certificazioni che sono assolutamente sicure come “Vero legno“; con queste certificazioni, avrete una garanzia assoluta per quanto riguarda i materiali.

tamburato

Il legno tamburato è resistente e leggero, poiché ha una struttura a strati con due impiallacciature ai bordi, due pannelli di legno con in mezzo una struttura a nido d’ape di legno, provvista di rinforzi metallici; questo legno è costoso e viene usato per compiere realizzazioni di alta qualità.

impiallacciato

Il legno impiallacciato è coperto da uno strato sottile ( circa 9 millimetri) più pregiato, che viene apposto sui pannelli di legno non nobile o di truciolato.

truciolato

Il legno truciolato è quello più economico, ma non è in alcun modo meno resistente rispetto agli altri. Il truciolato è composta da pannelli composti di legni meno pregiati o legni misti, e materiali non nobili; per stabilire la qualità di un truciolato, è fondamentale capire qual è legno è stato utilizzato, il suo spessore, la grammatura delle particelle di legno, ( cioè la loro densità ); il legno truciolato deve tener conto delle norme europee che riguardano la bassa emissione di formaldeide.

Caratteristiche da valutare per scegliere i materiali della cucina

Tutti i materiali sopra descritti, hanno vari pregi ed altrettanti difetti, che riguardano sia l’ estetica, che la composizione, nonché la manutenzione. E’ bene valutare con attenzione queste caratteristiche, che riguardano:

  • praticità: in particolare la facilità nello sporcarsi e la semplicità per pulire la superficie
  • resistenza al peso
  • resistenza agli urti
  • resistenza ai graffi
  • resistenza alle abrasioni
  • resistenza all’acqua
  • resistenza al calore
  • prodotti da usare per la pulizia
  • prodotti che devono essere evitati per la pulizia, e che potrebbero rovinare la superficie stessa.

Combinazioni di materiali per la cucina

I materiali sopra descritti si possono combinare con diversi elementi della cucina, anche in modo insolito. Gli effetti che si possono ottenere sono davvero tanti: il legno può essere combinato con il vetro o con l’acciaio; l’acciaio con il vetro; il legno con i laccati colorati lucidi e con il vetro.

In base alle marche e ai vari modelli, le combinazioni esistenti sono davvero infinite, non solo per quanto riguarda i materiali, ma anche le colorazioni. Vi basterà scegliere la combinazione che meglio esprime il vostro gusto, e che saprete che non vi stancherà mai.

Scegliere i materiali dei piani di lavoro della cucina

Scegliere i materiali di ante e profili della cucina



Una risposta

  1. sayagh jacques

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *