Camera da letto: allestirla bene per dormire meglio

Dormire bene è fondamentale per sentirsi in forma durante la giornata: aiuta il buonumore e la concentrazione su lavoro e studio. Ma non sempre è così semplice avere a disposizione un ambiente conciliante, perché le condizioni da rispettare per non interferire con il sonno sono diverse. Scopriamo insieme perchè e come fare per allestire al meglio la camera da letto.

Camera da letto: allestirla bene per dormire meglio

Come allestire l’ambiente ideale per dormire bene

Luce, materasso, posizioni, orientamento del letto, temperatura: sono solo alcuni dei fattori che interferiscono con la qualità del sonno. Ecco dunque una guida per sapere come allestire una camera da letto perfetta per un sonno di almeno otto ore, profondo e ristoratore.

Fattori che interferiscono con il sonno

I fattori che interferiscono con il sonno sono tanti e riguardano soprattutto le condizioni dell’ambiente dove si dorme, quindi principalmente la camera da letto. Basterà seguire qualche consiglio dunque per allestire la camera da letto perfetta.

Ecco quali sono i fattori che intervengono e in qualche modo quindi rischiano di interferire con il buon sonno:

  • posizione della stanza
  • dimensioni della stanza
  • orientamento del letto
  • temperatura
  • elettromagnetismo
  • colori delle pareti
  • materiali di rivestimento
  • luce
  • qualità di rete e materasso
  • qualità della biancheria.

Camera da letto: allestirla bene per dormire meglio

Posizione della stanza

Per dormire bene anche la posizione della camera da letto nella casa ha la sua importanza; in Occidente non ne abbiamo fatto oggetto di studio come succede con il Feng Shui orientale, ma ci siamo comunque accorti che le posizioni hanno una loro importanza e, anche se impercettibilmente, possono cambiare la percezione che abbiamo del sonno.

La camera da letto ideale dovrebbe essere posizionata dunque il più lontano possibile dall’ingresso principale, lontana dalla zona giorno e dai punti di passaggio, possibilmente con un corridoio o un’anticamera a separarla dal resto della casa, per garantire silenzio e tranquillità. L’orientamento migliore per una camera da letto è a est, per accogliere i primi raggi del sole e per presentarsi fresca la sera.

Sarebbe poi buona norma poter collocare la stanza il più lontano possibile dalla parete che affaccia sulla strada e lontano anche dallo scarico del bagno: il rumore è infatti nemico del buon sonno. Tuttavia se questi accorgimenti non sono possibili, con doppi vetri e pareti isolanti il rumore si può lasciare fuori dalla stanza.

La posizione ottimale invece per la finestra è possibilmente a fianco del letto.

Dimensioni della stanza

Per legge, la grandezza di una camera matrimoniale non deve scendere sotto i 14 metri quadri, mentre per una camera singola non si deve andare al di sotto dei 9 metri quadri; il soffitto deve essere alto minimo 2,70 metri.

La posizione del letto all’interno della camera deve tener conto degli spazi di movimento: almeno 60-70 cm devono essere lasciati liberi per il passaggio ai lati e al fondo del letto.

Orientamento del letto

Anche l’orientamento del letto è importante per una buona qualità del sonno; bioarchitettura e Feng Shui consigliano di posizionare la testiera verso nord, in modo che la testa (polo positivo del corpo) corrisponda al polo negativo della Terra.

Così vengono agevolati i processi di scarico elettrico del corpo e migliorano tutte le funzioni vitali durante il riposo. Se la posizione verso nord non è possibile, sceglierne un’intermedia tra nord ed est, evitando sud e ovest.

Temperatura della camera da letto

La temperatura ideale per dormire non deve essere né troppo calda né troppo fredda; ma al di là della temperatura vera e propria, che idealmente dovrebbe oscillare tra i 16 e i 18° C, il fattore importante è l’umidità, fondamentale per il benessere: se troppo bassa secca le mucose e la pelle, se è troppo alta aumenta il rischio di muffe e funghi e non lascia respirare bene.

L’umidità dunque, con una temperatura come quella appena indicata, è ideale al 30-50%; un deumidificatore o una buona ventilazione dovrebbero risolvere i problemi relativi all’eccesso di umidità.

Camera da letto: allestirla bene per dormire meglio

Elettromagnetismo

La corrente elettrica genera sempre campi elettromagnetici ed elettrostatici, che sembra possano causare danni all’organismo; durante il sonno poi, il corpo è maggiormente esposto a questo tipo di inquinamento.

La regola ottimale dunque vorrebbe che non tenessimo né televisore né computer in camera. Inoltre la distanza ideale del letto dalle prese elettriche è di almeno 40 cm; se non si possono mantenere queste distanze, si può utilizzare una rete di rame dietro la testata del letto, per isolarla elettricamente.

Colori delle pareti

I colori sono fondamentali nella nostra vita domestica: influiscono sul nostro benessere e sul nostro umore. La scelta dei colori tuttavia è molto personale e dipende non solo dal gusto, ma anche da alcuni fattori oggettivi. Se la stanza è grande infatti, si può puntare anche su colori forti, mentre se la stanza è piccola sono preferibili colori tenui per allargare visivamente lo spazio.

Inoltre il colore interagisce con la luce: se la stanza è esposta ad esempio a nord e quindi riceve poca luce naturale durante il giorno, i colori sbiadiranno, mentre con un’esposizione a sud l’elevata quantità di luce farà apparire più intense le tonalità.

Il soffitto deve essere sempre chiaro, ma alle pareti si possono utilizzare tonalità anche diverse dal bianco; oppure il colore può essere affidato a oggetti, tessuti, arredi. In generale comunque sono consigliate le tonalità fredde per conciliare il riposo (blu, azzurro, verde, viola, lilla).

Guardate cosa significano i colori nel Feng Shui: Cosa significano i colori nel Feng Shui

Materiali di rivestimento

Per conciliare il riposo e la sensazione di calore che si deve ricevere dalla camera da letto, è ideale per il pavimento della camera da letto un parquet; in alternativa un gres porcellanato è la scelta migliore per accontentare anche tutti i gusti estetici.

Luce

In una camera da letto sono d’obbligo almeno due tipologie di illuminazione: quella generale, da risolvere con plafoniera o lampada a sospensione a centro stanza, e quella puntuale sui comodini, per permettere la lettura e il relax. Utile anche l’illuminazione interna del guardaroba.

Durante la notte, le luci devono rimanere spente; si può fare eccezione per una luce notturna appositamente studiata per non interferire con il sonno; in ogni caso deve essere posizionata almeno 40 cm lontana dal letto e non puntare mai direttamente sulla faccia di chi sta riposando.

Rete, materasso e biancheria

Per scegliere rete, materasso e biancheria da letto ideali per dormire bene, vi rimandiamo agli articoli appositi di Guidaconsumatore.

  • Materasso
  • Base per materasso
  • Biancheria da letto


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *