Divani&Divani

Guida all’azienda di arredamento Divani&Divani. Scoprite tutti i segreti di questa grande azienda impegnata da anni nella produzione di divani e poltrone. Potrete conoscere la storia di Divani&Divani, le sue peculiarità, le tipologie di produzione, dove comprare i suoi prodotti, lo stile e le lavorazioni. Conoscere bene una azienda come questa è importante per il consumatore che deve arredare la propria casa, scegliendo divani e poltrone eleganti, funzionali e robusti, ma anche a prezzo ragionevole.

Divani&Divani

Carta d’identità della Divani&Divani

  • Nome: Divani&Divani by Natuzzi
  • Anno di nascita: 1959
  • Cittadinanza: italiana
  • Indirizzo di Residenza: Santeramo in Colle (Ba)
  • Domicilio: internazionale
  • Indirizzo globale: http://www.divaniedivani.it/
  • Il papà: Pasquale Natuzzi
  • Produzione: divani, poltrone e salotti
  • Mission: produrre arredi di alta qualità, tra innovazione e tradizione, accessibili a tutti
  • Metodo di realizzazione: lavorazione artigianale, reperimento delle materie prime nei luoghi d’origine, ripetuti test di controllo, realizzazione di ogni fase di produzione all’interno dell’azienda stessa
  • Identità nazionale: maggior produttore di arredamento in Italia
  • Identità internazionale: numero uno mondiale per i divani in pelle

Storia della Divani&Divani

La storia di questa azienda è uno di quei racconti avvincenti che sembrano volerti insegnare una morale sempre vera e sempre vincente: per ottenere un risultato, bisogna combattere; davanti alle difficoltà occorre non darsi per vinti; per vincere non bisogna mollare. Questo sembra insegnare la storia di Divani&Divani: che dopo un crollo c’è sempre una rinascita, che anche partendo dal niente si può arrivare al tutto, che il lieto fine è sempre dietro l’angolo, come nelle favole.

Natuzzi nasce nel 1959 a Taranto. Inizialmente è una piccola bottega, dove un giovane apprendista tappezziere pieno di idee comincia a produrre divani e poltrone: è Pasquale Natuzzi, l’attuale Presidente e primo stilista del gruppo Natuzzi.

Nel 1962 la sede di Natuzzi si sposta a Matera, dove l’attività artigianale si trasforma dopo alcuni mesi in negozio di mobili. Dal ’67 ricomincia la produzione di divani e Pasquale li vende in tutta Italia in prima persona. Già nel 1973 l’azienda produce 100 divani al giorno, tuttavia il mercato nazionale non permette un’espansione adeguata e Pasquale comincia a guardare oltre i confini italiani. Nello stesso anno però, un terribile incendio distrugge ogni cosa: lo stabilimento di Matera, le scritture contabili, i soldi contanti, i titoli di credito.

Rimangono solo cenere e debiti, e lo spettro della fine di un sogno.

Ma Pasquale non si dà per vinto: è convinto che la fama che hanno ormai raggiunto i suoi prodotti debba pur contare qualcosa; così si rimbocca le maniche e ricomincia tutto da capo, con in più la consapevolezza di produrre divani di tale qualità da essere diventato un simbolo di prestigio e affidabilità.

Il punto di ripartenza è Santeramo in Colle, vicino Bari: qui, in uno stabilimento di 3000 metri quadri ancora in costruzione, riprende la produzione in mezzo a mille insidie, difficoltà e cedimenti.

Non c’è ancora l’energia elettrica, non ci sono i pavimenti, non esistono ancora le finestre, ma già dopo 17 giorni dall’incendio si festeggia la prima nuova consegna.

Pasquale inizia nuovamente la sua ascesa, vincendo la sua scommessa con il destino, perché Santeramo in Colle è ancora la sede ufficiale di Divani&Divani.

Tempo dopo, partecipando a una fiera presso Bari, Pasquale conosce clienti provenienti dal Medio Oriente. Inizia un fitto intreccio di rapporti commerciali con questa parte del mondo, tanto che nel 1976 l’esportazione in Medio Oriente rappresenta il 60% del fatturato della Natuzzi.

Negli anni Ottanta Natuzzi rivoluziona il modo di pensare il salotto e diventa leader nella produzione di divani negli USA, mentre in Italia il gruppo rileva due concerie venete, una fabbrica per il poliuretano in Campania e realizza una falegnameria per la produzione dei telai dei divani a Santeramo in Colle. E’ nel 1990 che apre il primo negozio Divani&Divani, a Taranto, da dove Pasquale era partito.

E’ l’inaugurazione di una fortunata catena di negozi, destinata ad allargarsi a tutto il mondo. Nel 1993 Natuzzi viene quotata alla Borsa di Wall Street e due anni dopo riceve le certificazioni ISO sulla qualità dei suoi prodotti. Intanto il franchising di Divani&Divani cresce a dismisura: sono più di cento i negozi Natuzzi su tutti e 5 i continenti.

Nel 1998 nel North Carolina sorge un edificio pensato proprio da Pasquale, che continua a tenere le redini del gruppo, e disegnato dall’architetto Mario Bellini: nella sua enorme vetrina sono ospitati 260 divani, che rappresentano la più completa e grande collezione nel mercato mondiale.

Sempre nel 1998 l’azienda arriva a un fatturato di oltre mille miliardi. Dopo una fase di assestamento e riorganizzazione interna, il gruppo Natuzzi sta vivendo nuovamente un periodo di crescita, nella ricerca continua dell’innovazione all’insegna però sempre della tradizione e dell’artigianato di qualità.

Filosofia aziendale di Divani&Divani

I valori a cui si è sempre rifatto Pasquale Natuzzi e che caratterizzano la produzione dell’intero gruppo Natuzzi, sono pochi ma fondamentali; tutti riguardano la qualità massima raggiungibile dei prodotti, l’accessibilità e la cura estrema per i dettagli.

Nel Centro Stile Natuzzi, il distaccamento che si occupa della definizione di modelli e design dei divani Natuzzi, lavorano ogni giorno più di 180 persone, per creare nuove forme, nuovi colori e nuovi materiali; dal lavoro di questi creativi, soltanto 120 bozzetti su 6000 l’anno, arrivano alla verifica finale prima di passare in produzione.

Produzione per Natuzzi significa realizzazione artigianale: estetica, funzionalità, comfort, ottimi materiali e un prezzo adeguatamente rapportato alla qualità, per creare valore su ogni pezzo prodotto.

L’attenzione e la cura dei dettagli non riguardano solo il prodotto in se stesso, ma anche come questo viene venduto e quindi viene curato nel dettaglio anche il rapporto con il cliente: dal taglio del rivestimento, dal piedino del divano, dalla cucitura dei braccioli, fino alla consulenza d’arredo e al finanziamento del cliente, per accogliere e soddisfare ogni esigenza.

L’accessibilità è un obiettivo per Natuzzi: l’azienda vuole rendere appunto accessibile a tutti anche il prodotto di alta qualità e, diciamolo pure, di lusso, perché tutti hanno diritto al massimo del comfort e della comodità, unita a un’estetica senza paragoni.

Certificazioni della Divani&Divani

Le certificazioni sono documenti ufficiali rilasciati da enti internazionali, che attestano il raggiungimento di alcuni standard prestabiliti, su qualità di prodotti e metodi produttivi.

Per un’azienda possedere tali certificazioni significa garantire ai suoi clienti affidabilità e qualità. Natuzzi ha ricevuto le due certificazioni più importanti sul panorama internazionale:

Certificazione di Qualità UNI EN ISO 9001:2000 sul processo produttivo

La norma, pubblicata dal Comitato Europeo di Normazione e dall’Ente Nazionale Italiano di Unificazione, garantisce il controllo sull’efficacia e la qualità del processo produttivo.

Certificazione Ambientale UNI EN ISO 14001

Tale certificazione attesta che i processi produttivi di Natuzzi minimizzano il più possibile l’impatto ambientale, riducendo i rischi per la natura e facendo diminuire anche i costi relativi al consumo energetico.

Come è fatto un divano Divani&Divani

I divani Natuzzi seguono uno schema di lavorazione a mano che rispetta le antiche tradizioni artigianali, certificato dalle norme internazionali sulla qualità del lavoro e della produzione.

Nella fase preliminare, Natuzzi, per evitare brutte sorprese, acquista le materie prime direttamente nei Paesi d’origine e le trasforma nei suoi stabilimenti. In seguito Natuzzi realizza con la massima cura ogni passaggio di costruzione dei suoi divani, dal telaio all’imbottitura al rivestimento.

Il legno per la struttura portante, o telaio, viene ripetutamente testato nei laboratori Natuzzi, perché possa resistere alle sollecitazioni di una vita di utilizzo, anche dal punto di vista climatico. Questo legno non proviene da foreste vergini, da aree protette o da parchi nazionali e rispetta le norme sul contenuto di sostanze chimiche.

Sul telaio vengono poi montate delle cinghie elastiche che assieme alle imbottiture doneranno il massimo del comfort. Per quanto riguarda le imbottiture, Natuzzi ne impiega tre diverse tipologie, che variano a seconda del modello e della linea di ciascun divano:

  • il poliuretano Ecoflex è un tipo di poliuretano espanso di cui Natuzzi ha l’esclusiva, ed è prodotto nel massimo rispetto dell’ambiente; non contiene freon o agenti rigonfianti e viene ripetutamente testato per garantire le caratteristiche ideali di comodità, tra durezza, densità e resistenza nel tempo
  • i fiocchi di fibra sono filamenti di poliestere finissimi, lavorati per garantire un’elevata morbidezza, soprattutto per le parti più delicate del corpo
  • le piume d’oca naturali, selezionate e sterilizzate, utilizzate per raggiungere morbidezza e pregio elevati.

Anche i piedini che sosterranno il divano sono realizzati in materiali resistenti e con la massima cura per garantire un ottimo e armonioso effetto estetico del divano nel suo complesso. Il rivestimento dei divani Natuzzi può essere a sua volta di tre tipi:

  • pelle
    assolutamente autentica e pregiata; ne sono testimonianza venature, cicatrici, rughe, differenze di tonalità che raccontano la storia dell’animale a cui la pelle è appartenuta. Nella versione “Protecta”, la pelle Natuzzi è ricoperta di un particolare materiale che la rende resistente alle macchie senza alterarne le qualità; nella versione “Natural”, la pelle è totalmente al naturale
  • Dreamfibre
    di cui Natuzzi detiene l’esclusiva; si tratta di una ultramicrofibra di tessuto sintetico, che mantiene caratteristiche di praticità ed eleganza, garantendo nel contempo resistenza all’abrasione e all’uso
  • tessuto
    di ottima qualità e di provenienza controllata, come tutti i materiali Natuzzi.

Ogni materiale poi è disponibile in una vasta gamma di colori, da scegliere al momento dell’acquisto.

Prodotti Natuzzi – Divani&Divani

Natuzzi produce tutto quello che occorre ad arredare un soggiorno, per ogni esigenza e per ogni funzionalità:

  • divani
  • poltrone
  • meccanismi per il relax, da montare sia su divani che su poltrone, per alzare poggiapiedi e inclinare poggiatesta
  • divani trasformabili in letto
  • divani sfoderabili completamente, quindi lavabili e con rivestimenti intercambiabili
  • divani componibili, quindi da progettare per rispondere alle più dettagliate esigenze del singolo cliente
  • tavolini
  • lampade
  • pareti attrezzate

Garanzia della Divani&Divani

Natuzzi offre una garanzia sui suoi divani e le sue poltrone di 10 anni per quanto riguarda il telaio, e di due anni per quanto riguarda imbottiture, rivestimenti e meccanismi. La garanzia viene comunque applicata sui prodotti esclusivamente in normali condizioni di utilizzo domestico.



Una risposta

  1. santangelo enzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *