Come abituare il cane al guinzaglio

Chi possiede un cane deve tenere sempre a mente quanto sia necessario tutelare il suo amico peloso e le altre persone da qualsiasi eventuale problema possa verificarsi tra di loro. Infatti, nonostante il nostro cane sia tranquillo e docile e risponda subito ai nostri comandi, è sempre bene tenerlo costantemente accanto a noi in modo da tenerlo sempre d’occhio. Scopriamo insieme come abituare un cane al guinzaglio.

Come abituare un cane al guinzaglio

Per far questo è necessario che i nostri amico si abituino a tenere i collari per cani, in modo tale che ogni volta che decidiamo di portarli a fare una salutare e meritata passeggiata, possiamo tenerli al guinzaglio, sicuri che non si allontani da noi e non possano “importunare” nessuno o cacciarsi nei guai.

Abituare un cucciolo a tenere il collare per cani non è facile poiché non tutti accettano questo accessorio di buon grado ma, a mali estremi, bisogna seguire con attenzione alcune dritte che possano aiutarci ad insegnare al nostro cane a tenere il collare senza capricci.

Abituare il cane al guinzaglio: ecco i consigli degli esperti

Wayne Hunthausen, etologo e veterinario, consiglia prima di tutto di avere tanta pazienza poiché gli animali, come le persone, hanno gradi e tempi di apprendimento differenti e quindi per alcuni cani riuscire ad abituarsi al collare potrebbe richiedere anche settimane o addirittura mesi.
Il livello di vivacità del cane può influire sulla capacità di apprendimento al camminare al guinzaglio e accanto al padrone.
I cani più giovani imparano prima poiché vengono educati ad un comportamento specifico sin dai primi mesi di vita.
Razze come il Bassotto Tedesco e il Beagle tendono a distrarsi facilmente e ciò richiederà molto più impegno da parte dei padroni e quindi un addestramento più intenso.
Un alto grado di distrazione o di vivacità non implicano di certo una minore intelligenza ma solo tempi di apprendimento più lunghi.

Le regole da seguire per abituare il cane al guinzaglio

  1. Mettete il collare e il guinzaglio quando il cane sta mangiando e lasciateglielo a penzoloni al suo fianco. Così il cane tenderà ad associare il collare a qualcosa di piacevole e si abituerà ad esso più facilmente.
  2. Dopo aver attuato la regola numero 1 per circa due o tre giorni, attendete che il cane abbia finito di mangiare e prendete in mano il guinzaglio e seguite il vostro animale domestico ovunque egli vada per qualche minuto. Continuate questa pratica per un periodo di tempo sempre più lungo, in modo tale che il cane si abitui a vedervi camminare al suo fianco.
  3.  Se le prime due regole hanno dato buoni risultati siete pronti per portare il cane all’aperto e lasciare che trascini con se il suo guinzaglio; ogni tanto raccoglietelo e mentre glielo mostrate dategli una ricompensa, come un biscotto. Provate poi a tenere il guinzaglio e camminare chiedendo al vostro cane di seguirvi, se lo fa dategli un altro biscotto per premiarlo.
  4. Qualora il cane voglia prendere un’altra direzione giratevi in senso orario ed iniziate a camminare, il cane sarà costretto a girare la testa e seguirvi. Fatelo finché il cane non capirà che se vuole camminare al vostro fianco e ottenere ricompense, non dovrà mai staccarsi da voi.


Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *