Come si usano le bacchette cinesi

Vi siete mai chiesti, afferrando le bacchette cinesi, se la vostra tecnica sia quella migliore? Quando ordinate il cibo siete ancora tentati di chiedere al cameriere che vi porti forchetta e coltello? Eccovi un utile tutorial, destinato a neofiti ed esperti, per affrontare la cucina orientale con più consapevolezza e meno imbarazzi.

Come si usano le bacchette cinesi

I ristoranti cinesi e giapponesi sono ormai da parecchi anni diffusi quasi quanto le pizzerie, ma c’è qualcosa che ancora preoccupa, e in alcuni casi spaventa, alcuni avventori timorosi: l’utilizzo delle bacchette. Anche chi si destreggia bene con quei bastoncini di legno ha sempre il dubbio, soprattutto se autodidatta, se stia compiendo i movimenti giusti o sbagliati. È arrivato il momento di fare chiarezza una volta per tutte, mostrandovi come stupire i vostri commensali maneggiando le bacchette cinesi alla perfezione.

Partiamo dalla descrizione: le bacchette, o chopsticks in inglese, sono una coppia di bastoncini di identica lunghezza; appartengono alla tradizione di Giappone, Cina, Vietnam, Corea e Taiwan. Normalmente sono di legno di bamboo, ma negli ultimi anni si sono diffuse anche in plastica; non è difficile però imbattersi in altri materiali, dal metallo all’avorio passando per altri svariati tipi di legno.

La regola più importante prevede che si usino per portare il cibo alla bocca reggendole con una mano sola e tenendole tra il pollice e le altre dita.

Come si usano correttamente le bacchette?

  • Tenete la prima bacchetta con il pollice e il dito medio.

Cercate di avere una presa sufficientemente salda stringendo la mano; la testa della bacchetta dovrebbe appoggiarsi nell’incavo tra il pollice e l’indice, mentre la parte più sottile andrebbe poggiata sull’ultima falange del vostro anulare, con la punta del dito medio a tenerla in posizione.

  • Prendete il secondo bastoncino con l’indice.

Posizionate sopra di esso il pollice e regolate l’impugnatura anche con il dito medio per rendere l’impugnatura più confortevole. Le estremità più sottili delle bacchette devono riuscire ad incontrarsi, rendendo facile quel movimento che vi permetterà di pinzare il cibo con la sicurezza e la forza necessarie a portare con tranquillità il cibo dal piatto alla vostra bocca.

  • Afferrate la seconda bacchetta con il dito indice. E mettete il pollice sopra il nuovo bastoncino. Aggiustate l’impugnatura usando anche il medio in modo da trovare la posizione più confortevole. Cercate di sistemare il percorso dei vostri chopstick in modo che le parti più sottili possano incontrarsi. Evitando che si incrocino senza toccarsi o che non si riesca a “pinzare” il cibo con la forza sufficiente per tenere un boccone tra le due estremità.
  • Reggete tutto in modo saldo. I bastoncini devono rimanere il più possibile fermi quando prendete il cibo dal piatto. Quello che si trova più in basso rimane saldo e immobile mentre muovete l’altro su e giù con l’indice; il pollice svolge il ruolo di perno. Il dito indice rimane a contatto di questa bacchetta con tutta la prima falange, ed è piegando questo dito che si crea l’apertura e la chiusura della presa. Ci sono ovviamente tante piccole varianti a questo tipo di impugnatura e di movimento, ma è fondamentale che la bacchetta che si trova in basso rimanga sempre ferma.
  • Evitate di incrociare!

Esercitatevi ad aprire e chiudere i bastoncini, cercando di non far incrociare ad X le punte: la presa dei bocconi, incrociando le bacchette, si fa molto più complicata.

  • Alcuni ulteriori suggerimenti.
  • Sperimentate e trovate l’altezza giusta alla quale impugnare le bacchette: né troppo in basso (tocchereste il cibo con le dita) né troppo in su.
  • Per pescare il cibo da una ciotola tenete le bacchette parallele e usatele come una paletta.
  • Imponetevi di usare le bacchette e non chiedete al cameriere che vi porti le posate, altrimenti non imparerete mai.
  • Applicate la giusta forza: la presa deve essere salda ma se fate troppa forza rischierete di far schizzar via il cibo addosso a qualche vicino.
  • Le bacchette in bamboo, più ruvide, sono più facili da usare di quelle in plastica o metallo.
  • Un paio di importanti avvertenze.
  • Non lasciate MAI le bacchette in verticale, infilzate al cibo: viene considerato come un segno di lutto. Nel momento in cui avete terminato di mangiare appoggiatele sul piatto, di lato e parallele; non incrociatele.
  • Anche passare il cibo a un commensale servendosi delle bacchette è un gesto che richiama un rituale funebre: è meglio se appoggiate il boccone su un piattino che passerete al destinatario.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *