Come scegliere il tubino

Il “tubino”, l’abito nero inventato da Coco Chanel è l’abito femminile per eccellenza; simbolo di eleganza e raffinatezza, esso può essere indossato in ogni occasione e proprio per questo prende il soprannome di “passepartout”. Un abito sempre alla moda che dovebbe essere presente nel guardaroba di ogni donna. Ecco quindi una bella guida completa che spiega come scegliere il tubino, ma anche come indossarlo, a chi sta bene e come abbinarlo.

Il tubino Chanel

Prima di affrontare la questione del come scegliere il tubino, andiamo a curiosare nella sua storia. Questo capo d’abbigliamento nasce in Francia nel 1926 sotto il nome di Petit Robe Noir. La creatrice è la famosa stilista Gabrielle Chanel meglio conosciuta come Coco Chanel.

Dopo la morte della madre venne abbandonata in orfanatrofio da suo padre; li imparò a cucire ma, una volta fuori dall’istituto, senza genitori, senza soldi, senza una posizione sociale era ben difficile riuscire a sopravvivere. Fece di tutto per vivere nel modo migliore anche facendosi mantenere a discapito della sua indipendenza. Iniziò a confezionare cappelli che le donne altolocate considerarono per sua fortuna deliziosi. Dai cappelli agli abiti fu quasi un soffio e Coco divenne in breve tempo una tra le stiliste più famose del mondo.

Fu quasi un soffio, è vero, ma non certo privo di ostacoli e la fortuna alla povera Coco non si è mai rivolta se non in tarda età. La morte doveva portarsi via ancora molte persone a lei care, come ad esempio il suo amante Etienne Balsan. Fu proprio per il funerale del suo amante che Coco Chanel confezionò il primo tubino nero della storia, utilizzando i tessuti dei vecchi abiti da collegiale. Un vestito elegante ma sobrio che diventerà presto l’emblema della raffinatezza femminile.

Ma non furono gli anni’20 a rendere questo abito un classico. Il tubino nero diventerà il vestito più famoso del mondo negli anni ’60, quando Hubert de Givenchy disegnerà un modello di tubino per Audrey Hepburn, che lo indosserà nel film “Colazione da Tiffany“. Da quel momento in poi il tubino diventa l’abito femminile più desiderato. Una curiosità: quello indossato dalla Hepburn è stato venduto all’asta dalla famosa casa d’aste Christies per la bellezza di 410.000 sterline.

Come scegliere il tubino

Con l’avvento del tubino è cambiato il concetto di eleganza. Se un tempo, infatti, essa era sinonimo di sfarzo ed era rappresentata da vestiti colmi di decorazioni e trine, dagli anni ’20 in poi divenne sinonimo di semplicità. Il tubino nero dalle linee così semplici e morbide e di un solo colore è l’eleganza fatta abito. Fu Coco Chanel stessa ad affermare “ho restituito al corpo delle donne la libertà” proprio perchè le ha liberate dalla necessità di indossare abiti pomposi che Coco considerava anche molto volgari.

La stilista può essere cosiderata da questo punto di vista come un’anticonformista che si ribellò alle mode del momento. Un anticonformista che in realtà era solo la voce del desiderio celato a quei tempi in ogni donna, quello di sentirsi elegante e femminile senza necessariamente doversi rendere ridicola.

Come scegliere il tubino

Ancora oggi il tubino è fedele al suo progenitore degli anni ’20. Un vestito attillato, senza maniche, preferibilmente nero. I modelli classici del tubino nero fanno ancora parte delle collezioni di moda che sfialno per noi sulle passerelle più importanti del mondo. Ma ovviamente anche le rivisitazioni si mostrano ai nostri occhi perchè anche ciò che è tradizione può rinnovarsi.

Gli orli si sono accorciati. Accanto ai classici modelli che arrivano fino al ginocchio troviamo anche abiti molto più corti e più adatti alle giovanissime che così possono sentirsi eleganti ma in modo più sbarazzino. I colori cambiano. Il nero rimane il capo perfetto che ogni donna dovrebbe possedere, ma anche altri colori e fantasie fanno la loro comparsa sulle passerelle. Alcuni modelli non hanno spalline e lasciano le spalle completamente nude mentre quelli monospalla rendono un’asimettria moderna ed elegante.

Anche gli accessori cambiano. Certo il filo di perle è sempre il must dell’eleganza ma oggi la moda è colore e anche gli accessori si illuminano di tinte accese e i tacchi sono sempre più vertiginosi.

I materiali con cui il tubino può essere fatto sono svariati: dalla vigogna al tweed, dal jersey allo cheviot o al gabardine. L’importante è che siano tessuti morbidi capaci di scendere sul corpo femminile avvolgendolo e mettendone in risalto le forme, senza per questo appesantirle.

Dove comprare il tubino

Non è certo difficile trovare un negozio che venda vestiti di questo tipo e nel quale andare per scegliere il tubino che desideriamo. Qualsiasi negozio di abbigliamento femminile ne possiede, infatti, una linea o almeno un modello. Negli ultimi anni la moda lo ha riproposto in svariate versioni ed è stato senza dubbio uno tra gli abiti protagonisti delle passerelle e proprio per questo i negozi che vendono le marche più prestigiose di abbigliamento come Dolce & Gabbana, Chanel, Moschino possiedono modelli meravigliosi di tubino nero.

Se il prezzo, però, è il vostro cruccio, non dovete disperare sulla possibilità di scegliere il tubino che fa al caso vostro. Proprio perchè si tratta di un capo così diffuso, esso viene ogni anno proposto anche dalle grandi catene abbigliamento a larga distribuzione. Negozi come Zara, Camaieu o Motivi possono offrire alla clientela tubino neri a prezzi veramente competitivi.

A chi sta bene il tubino

Va bene scegliere il tubino, ma dobbiamo anche chiederci… se ci starà bene. Il modello nero sta bene a tutte le donne del mondo qualsiasi taglia portino e qualsiasi siano le forme del loro corpo. Il nero è un colore assolutamente perfetto capace di esaltare le forme femminili e allo stesso tempo di sluttire la silhouette.

Le sue forme semplici e morbide disegnano i contorni del corpo rendendolo più equilibrato e definito. Nelle ultime statistiche condotte sono gli uomini stessi ad affermare che preferiscono le loro donne quando indossano il tubino nero piuttosto che un qualsiasi altro tipo di vestito.

Come indossare il tubino

Dopo essere passati per la fase dello scegliere il tubino, eccoci al passo due: come abbinarlo. Il modello in nero sta bene a tutte, ma è sempre bene scegliere quello più adatto al proprio corpo. Innazitutto deve calzare a pennello. Deve, infatti, esaltare le vostre forme con sobrietà e l’unico modo per farlo è che la taglia sia esattamente la vostra nè più nè meno.

Il tubino nero non ha età ma per le ragazze al di sotto dei diciotto anni è sconsigliato a meno che non si scelga un modello particolarmente corto e magari con qualche piccolo dettaglio. Viceversa quelli corti non sono adatti per le donne mature perchè l’effetto eleganza andrebbe altrimenti a perdersi completamente. Stesso discorso per le scollature, che non devono essere eccessive se è presente un seno abbondante.

Come abbinare il tubino

Il tubino è considerato un passepartout. Che cosa significa questa affermazione? Significa che questo abito può essere indossato in qualsiasi tipo di occasione, da quelle più eleganti a quelle casual: basta cambiare gli accessori e il gioco è fatto. Il tubino si configura come un abito che può essere abbinato a tanti altri capi e usato durante tutto l’arco della giornata.

Al mattino, senza accessori e abbinato a scarpe dal tacco non troppo alto, risulta un semplice vestito da passeggio adatto per qualsiasi tipo di appuntamento, dall’ufficio, alla spesa al supermercato fino al pranzo con le amiche. La sera, indossato con scarpe dal tacco alto e fili di perle, tre fili di perle per seguire l’insegnamento di Coco Chanel, ecco che diventa un abito elegantissimo perfetto per una cena di gala. La versatilità di un abito è stata per gli anni ’20 una vera rivoluzione.

Le donne a quel tempo dovevano cambiarsi d’abito continuamente per apparire perfette in ogni occasione ma con l’avvento del tubino nero tutto questo divenne finalmente evitabile. E se per la donna moderna non possiamo parlare di rivoluzione, essa può essere di certo considerata una benedizione.

Le donna di oggi è spesso costretta a uscire di casa la mattina per lavoro e poi a rimanere fuori fino a sera inoltrata a causa dei mille impegni che costellano la sua vita e poteri indossare un abito sentendosi sempre adeguata ad ogni situazione è senza dubbio una conquista. Un abito che, proprio per questo motivo, non uscirà mai dai canoni della moda. Gli abiti di tendenza, per quanto meravigliosi possano essere, sono destinati ad essere dimenticati ma gli abiti come questo invece non moriranno mai. Come diceva Coco Chanel “la moda passa, lo stile resta”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *