Modelli di reggiseno

Il reggiseno è un indumento di biancheria intima che, oltre a essere funzionale, può diventare anche estremamente sexy. E per quel che riguarda la varietà dei modelli, dei materiali, dei colori e delle fantasie c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Può infatti essere elegante, sportivo o sbarazzino, in coordinato con le mutandine o anche solo. Ma può anche essere specifico per determinate funzioni, ossia assistere la mamma nell’allattamento, la sportiva nella sua attività o addirittura valorizzare le curve naturali del corpo.

Modelli di reggiseno in vendita sul mercato

Dai primi, arcaici, costituiti da due fazzoletti agganciati a una fascia elastica ai modelli di reggiseno ipermoderni ne è passata di acqua sotto i ponti, e questo giustifica il fiorire di un gran numero di modelli e di tipologie, per tutti i gusti e per tutte le esigenze.

modelli di reggiseno

Vediamoli:

Reggiseno con il ferretto

È un reggiseno che presenta, nella parte inferiore della coppa, un ferretto curvo che serve a mantenere nel modo migliore il peso del seno, dandogli una forma più armoniosa.

Reggiseno senza il ferretto

È un reggiseno che, al contrario di quello di cui abbiamo appena parlato, non presenta il ferretto ed è quindi più consigliabile per le persone che hanno poco seno e che non hanno bisogno di sorreggerlo con l’aiuto di inserti in metallo.

Reggiseno sportivo

I modelli di reggiseno per l’attività sportiva solitamente non hanno forma, e sono più simili a delle aderenti canottierine che servono a coprire il seno, più che a dei veri e propri reggiseno: servono infatti solo ed esclusivamente a proteggere il seno dai movimenti eccessivamente bruschi della prativa sportiva, mantenendolo il più aderente possibile al corpo. Questi tipi di reggiseno sono anche consigliati per le ragazzine alle prime armi, che ancora non hanno dimestichezza con le misure e con le taglie.

Reggiseno con sostegno

Questi modelli di reggiseno sono realizzati con un tessuto particolarmente elastico, che consente di mantenere il seno in alto, per un effetto ottico di maggiore volume e consistenza del seno.

Reggiseno da allattamento

Questi modelli di reggiseno, lo dice il nome stesso, sono dedicati alle mamme in allattamento. Ne esistono di due tipi: il primo modello consente di slacciare solo la parte che copre l’areola del seno, per permettere un rapido allattamento lasciando al bambino lo spazio necessario per attaccarsi al seno nel modo corretto; il secondo modello consente invece di liberare tutta la coppa. Il secondo modello potrebbe essere un po’ meno pratico per alcune mamme, anche se tutto sommato consente al bambino un accesso migliore al seno.

Reggiseno push-up

Sono modelli di reggiseno, come il celebre Wonderbra che ha inaugurato questo trend, che consentono di aumentare, grazie a imbottiture posizionate in punti strategici, di incrementare il volume del seno, o almeno di crearne l’illusione! Ovviamente sono molto di moda soprattutto tra le più giovani che vogliono sembrare più procaci. Vediamolo tra poco nel paragrafo di approfondimento specifico.

Reggiseno: forma e tessuto

Oltre che per tipologia, i modelli di reggiseno si possono suddividere anche in base al tessuto con cui sono realizzati. Possiamo infatti tranquillamente affermare che il classico reggiseno bianco in cotone da brava ragazza è diventato un pezzo di antiquariato. Se una volta infatti il reggiseno veniva indossato prevalentemente per la sua funzione di sorreggere e sostenere il seno, oggi viene indossato anche e soprattutto per la sua valenza estetica di far apparire la donna più sexy e provocante.

Questa tendenza giustifica quindi la grande diffusione di reggiseno di pizzo riccamente decorati, quelli con forme particolarmente sexy o quelli con le spalline trasparenti o addirittura senza spalline. Ci sono quelli che abbracciano tutto il seno e reggiseno che lasciano la maggior parte del seno scoperto, coprendo solo quello che serve. Insomma, una donna che desidera essere piacevole oggi ha una grandissima possibilità di scelta per individuare il tipo di reggiseno che valorizza meglio il suo seno e la sua personalità.

Reggiseno Push Up (Wonderbra)

Se dedichiamo una sezione a questi modelli di reggiseno è perché ha avuto un successo straordinario e ha cambiato il modo di molte donne di vivere il proprio corpo e la propria femminilità.

Nato nel 1961 dalla mente di una stilista canadese di nome Louise Poirier, il Wonderbra era un reggiseno capace di incrementare notevolmente il volume del seno; purtroppo l’idea, seppur apprezzata, non ebbe molto successo e per sancire la nascita del Wonderbra si dovette aspettare fino al 1994, quando un’azienda di settore leader di mercato dell’intimo femminile, la Playtex, investì nel marketing e nella comunicazione per assicurare il successo mondiale a questa idea.

Sostanzialmente, la principale differenza tra un push-up e un reggiseno normale sta nella sua struttura: un push-up, infatti, grazie alle sue imbottiture nei punti strategici ha qualcosa come il 30% di materiale e di tessuto in più rispetto a un qualsiasi reggiseno che potremmo definire “normale”. Da questo ne consegue che anche il tempo di realizzazione aumenta, in quanto bisogna assemblare delle coppe imbottite con una speciale taschina che serve a contenere un’eventuale imbottitura aggiuntiva (a discrezione delle utenti!).

Nella parte superiore questo reggiseno solitamente è decorato con degli inserti in pizzo mentre le altre parti sono laminate. La spallina è piuttosto rigida ma comunque regolabile, come per qualsiasi altro reggiseno, e proprio per le sue imbottiture viene preferito da un pubblico più giovane che magari, non completamente sviluppato, desidera ottenere l’illusione di un seno più grande.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *