Come scegliere intimo donna e lingerie

Dire donne è dire abbigliamento intimo. Non perchè esso si debba vedere, ma perchè deve far sentire a proprio agio chi lo indossa, deve rispecchiare in pieno la sua personalità i suoi gusti, il suo modo di essere femminile. Ecco quindi che il come scegliere intimo donna e lingerie diventa un punto nodale nel mondo femminile. Vediamo quindi con questa guida come agire in pratica per operare questa scelta nella maniera migliore.

Scegliere intimo donna e lingerie

Prima di affrontare l’argomento del come scegliere intimo donna e lingerie è bene approfondire un po’ la storia di questi capi. Possiamo infatti collocare le origini della biancheria intima femminile nell’antica società egiziana. Le donne erano solite indossare le tuniche, fatte di lino e lunghe. Troviamo questo capo anche nella società greca e in quella romana. Nel periodo romano le donne usavano i mamillari (gli antenati del moderno reggiseno), che erano fasce di cuoio che servivano a comprimere il seno. Erano indumenti intimi diffusi anche i cestus, guaine che circondavano la vita, e le mutandae (la parola viene dal verbo latino “mutare”, e indica appunto che questo indumento veniva spesso cambiato e sottoposto a lavaggi).

Come scegliere intimo donna e lingere

I capi intimo donna e lingerie

Oggi ormai si creano intere collezioni di biancheria intima, che vengono mostrate in passerella come qualsiasi altro capo di abbigliamento. Reggiseno e slip fuoriescono con più o meno charme dai vestiti, e vanno sempre più di moda pizzi e trasparenze. Ma capire come scegliere intimo donna e lingerie dobbiamo prima vedere bene quali sono questi capi. Vediamoli quindi nel dettaglio.

Reggiseno

Iniziamo dal reggiseno, il capo intimo donna più complesso dal punto di vista strutturale. Serve a contenere e modellare il seno, ci sono modelli per ogni tipologia ed esigenza.. Ma come si trova il reggiseno giusto? Ovviamente bisogna partire dalla taglia. Nei paesi anglosassoni per individuare la taglia di un reggiseno si tiene conto della circonferenza del torace sotto al seno. Alla misura così ottenuta si aggiungono 12,5 cm.. La dimensione della coppa, invece, si riferisce al volume del seno. Si ottiene sottraendo alla misura della circonferenza toracica (incluso il seno) la misura del reggiseno ottenuta prima. Ad ogni misura corrisponde una lettera (o coppia di lettere), e sono A-B-C-D-E. Noi usiamo un sistema di taglie molto più semplice.

Le taglie vanno dalla prima alla decima. Le misure caratterizzate da coppe “B” corrispondono ad un seno medio, quelle con coppa “A” ad un seno scarso, quelle con coppa “C” ad un seno abbondante, e via discorrendo.

Le coppe di solito sono fatte in tessuto e hanno forma di triangolo o mezzaluna. La forma convessa viene ottenuta attraverso cuciture o un sistema di lavorazione detto “preformatura”. Possono essere riempite con materiale sintetico o strati di tessuto spesso uno sull’altro. Le coppe vengono unite ad uno degli angoli creando un incrocio che permette di alzare e separare i seni in maniera più evidente.

Le coppe vengono trattenute dalle spalline (elasticizzate e regolabili in lunghezza).

La fascia orizzontale di sostegno si apre di solito sulla schiena per comodità, ma alcuni reggiseno presentano un’apertura centrale sul seno. Sono le coppe a definire e differenziare i vari modelli di reggiseno. Quelli a “triangolo”, perché appunto di forma triangolare, sono di sicuro i più comodi e contenitivi, preferiti dalle sportive per la loro vestibilità e praticità.

Poiché non hanno il minimo rinforzo, sono adatti per chi ha un seno tonico, alto e senza smagliature. I reggiseno a “balconcino” presentano la caratteristica di lasciare scoperta la metà superiore del seno. Le coppe sono spesso imbottite di olio o silicone per dare al seno una forma più adeguata.

L’effetto push-up può essere ottenuto anche utilizzando imbottiture che si rimuovono all’occorrenza. Alcuni reggiseno hanno spalline che si possono posizionare a seconda della scollatura indossata, anche con un incrocio dietro la schiena. Poi ci sono anche i modelli a “bustino” che coprono e sostengono sia il seno che la vita, svolgendo una funzione contenitiva e di sostegno. I reggiseno “a fascia” possono essere elastici o rigidi, non hanno spalline.

Sono adatti per abiti scollati. I reggiseno “senza ferretto e coppa piena” sono fatti soltanto di tessuto, senza altre aggiunte, e sono indicati per chi ha una taglia dalla terza in poi. I reggiseno “preformati” hanno coppe che si adattano alla forma del seno, ideali per donne che hanno una taglia abbondante. Esistono anche reggiseno “invisibili”, formati da due coppe di silicone che vanno applicate direttamente sul seno.

Come scegliere il reggiseno giusto

Al momento di scegliere intimo donna e lingerie bisogna porre attenzione particolare sul reggiseno. E’ importante indossarne uno della propria taglia (mai acquistarne uno troppo stretto solo per ottenere l’effetto push-up)! Il reggiseno non deve costringere il seno in maniera innaturale. Alcuni studi hanno evidenziato che le donne con seno abbondante che non utilizzano quello adatto (con relativo sostegno) sono più soggette a dolori di schiena. Controllare che i ferretti non si conficchino nella pelle o non fuoriescano dal tessuto.

Inoltre si deve scegliere il reggiseno tenendo conto di fattori contingenti, quali il peso corporeo e il ciclo mestruale (di solito in questo periodo si verifica un naturale aumento del seno). Alcune marche di reggiseno hanno vestibilità più comoda, altre invece puntano sull’estetica, trascurando la comodità.

Scegliere intimo donna e lingerie in base alla personalità

Se sei un tipo:

  • romantico
    La personalità romantica preferisce scegliere intimo donna e lingerie in tessuti quali lino, seta, cotone, sangallo. I coordinati intimi di pizzo e chiffon sono i preferiti, insieme a body e bustier non molto provocanti, ma che puntano semmai sulle trasparenze. I colori adatti sono quelli pastello (rosa, azzurro, verde chiaro, arancio non molto acceso, lilla), le tonalità naturali come panna e beige, e ovviamente il bianco con l’aggiunta di pizzi e merletti. Anche le sottovesti di seta un po’ retrò sono l’ideale per chi ha un animo romantico.
  • “trendy”
    La personalità trendy preferisce scegliere intimo donna e lingerie puntando su colori forti, accesi, gradazioni decise, toni dell’argento e dell’oro. L’ultimo tocco trendy della stagione è l’abbinamento lingerie/ accessori. Via libera a collane, bracciali, piercing sull’ombelico, cavigliere.
  • chic, ma trasgressivo
    prova lo stile “mistress” da donna dominatrice. Scegli body o completi rigorosamente neri, in pelle, cuoio o in pizzo.
  • glamour, ma poco maliziosa
    Chi è glamour decide di scegliere intimo donna e lingerie nello stile da “collegiale”. Utilizza colori neutri o tinte pastello, abbinati a modelli basic. Una scollatura non molto appariscente darà quel tocco malizioso che non fa mai male.

Siti che aiutanto a scegliere intimo donna e lingerie

  • Tezenis
  • Sloggi – http://www.sloggi.com/int-en/index.html
  • Intimissimi
  • Fruscio – http://www.fruscio.it
  • Lovable – http://www.lovable.com/default.aspx


2 Commenti

  1. fashion_mood
  2. massimiliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *