Come fare il nodo alla cravatta

Chi pensa che esista un unico modo per fare il nodo alla cravatta sicuramente non è al corrente del fatto che recentemente sono stati individuati oltre ottanta modi di annodare la cravatta, ognuno diverso dall’altro e con una sua propria origine e provenienza.

Fare il nodo alla cravatta

Ci sono addirittura due matematici, che sicuramente dovevano essere molto appassionati di cravatte, che hanno stabilito che possono esistere fino a 85 modi diversi di annodare la cravatta.

come fare il nodo alla cravatta

Ovviamente non è facile conoscerli tutti e utilizzarli tutti, quindi ci limiteremo a ricordarvi il più diffuso tra i nodi, ossia il tiro a quattro, che consta in quattro ben precisi passaggi per realizzare il nodo. Tra gli altri modelli piuttosto diffusi possiamo citare anche il nodo Windsor, tipicamente inglese e anche un po’ complicato, il nodo incrociato che viene utilizzato per le cravatte molto sottili e il nodo piccolo, che si utilizza quando si vuole annodare una cravatta spessa attorno a un collo stretto.

Spesso sono proprio i nomi dei nodi per cravatta a raccontare tutto sulla loro origine, sulla cultura da cui discendono o sulla persona che per primi li ha inventati e/o battezzati.

Abbiamo infatti:

  • nodo americano
  • nodo Windsor
  • nodo Four in hand
  • Shell Knot
  • nodo half Windsor, diventato famoso in quanto era il nodo preferito di Sigmund Freud, il padre della psicanalisi
  • nodo di Chanel
  • nodo a sbuffo
  • nodo alla Prince Albert
  • Big Ben
  • nodo tyrol
  • nodo shrinker

per citare i più noti.

Come fare il nodo alla cravatta

Sicuramente i veri appassionati di cravatte li conosceranno già tutti in quanto questo è un settore in cui le informazioni non mancano e sono anzi facilmente reperibili: di certo è interessante sapere che dietro un nodo c’è molto di più che un semplice…. nodo!

come fare il nodo alla cravatta

È sicuramente una curiosità divertente il fatto che alcuni abbiano ipotizzato che esista una precisa corrispondenza tra il nodo alla cravatta e la persona che lo indossa: ad esempio un nodo grosso e lento indicherebbe una persona generosa, un nodo piccolo e stretto indicherebbe una persona un po’ taccagna, e via dicendo.

A parte queste curiosità che ovviamente non sono scientificamente provabili, è importante sottolineare che in ogni caso la cravatta, come tutti gli accessori e gli indumenti, racconta agli altri qualcosa sulla personalità di chi la indossa, rimanendo sempre e comunque uno dei principali simboli dell’eleganza maschile.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *