Come scegliere l’accappatoio

L’accappatoio, generalmente realizzato in spugna, è una via di mezzo tra un capo di abbigliamento e un asciugamano, che viene utilizzato dopo il bagno o dopo la doccia per asciugarsi. Si tratta di un capo comodo e utile, che dona alla doccia e al bagno quel tocco di sfizio e di benessere in più. Un conto è asciugarsi rapidamente con l’asciugamano, altra cosa è coccolarsi lentamente nel soffice di un accappatoio.

Per quel che riguarda i modelli, c’è davvero l‘imbarazzo della scelta. Ci sono modelli con il cappuccio e modelli senza cappuccio, che vengono solitamente preferiti dalle donne con capelli molto lunghi, e che quindi preferiscono avvolgerli in un asciugamano indossato a turbante per asciugarli meglio. Gli uomini con i capelli corti invece preferiscono l’accappatoio con il cappuccio in quanto permette di asciugare rapidamente i capelli.

Ancora, esistono modelli di accappatoio lungo e corto; quello lungo a mo’ di vestaglia è solitamente considerato più classico mentre pare che le donne lo preferiscano più corto in quanto lo indossano per più tempo dopo il bagno, mentre gli uomini tendono invece a rivestirsi più rapidamente. Infine esistono modelli con la cintura e modelli senza cintura, oltre ovviamente a una grande quantità di tessuti, di colori e di trame tra cui scegliere.

L’accappatoio, generalmente realizzato in spugna, è una via di mezzo tra un capo di abbigliamento e un asciugamano, che viene utilizzato dopo il bagno o dopo la doccia per asciugarsi. Per la sua grande comodità viene utilizzato anche nell’ambito sportivo, dove spesso bisogna condividere il bagno di una palestra con alter persone, bagni dove solitamente le temperature soprattutto in inverno non sono molto elevate, ma sono tantissime le persone che non ne potrebbero fare a meno neanche in casa, in quanto per la sua particolare conformazione (praticamente si tratta di un cappotto di spugna) permette di asciugare immediatamente tutto il corpo, evitando gli sbalzi di temperatura che potrebbero essere provocati dall’uscita da un bagno caldo.

Come scegliere l’accappatoio

Per scegliere l’accappatoio in termini di colore, la scelta va effettuata in base all’utilizzo che se ne farà. Per gli allenamenti in piscina o in palestra è meglio preferire un modello realizzato con fibre particolarmente resistenti e preferibilmente di colore scuro, mentre invece si può dare libero sfogo alla fantasia per i modelli da utilizzare in casa. Solitamente i modelli femminili sono realizzati con colori chiari come il bianco, l’avorio, il rosa e il violetto, mentre i modelli da uomo hanno colori più scuri come il blu, il grigio e il nero.

Esistono anche modelli fantasia tra cui scegliere l’accappatoio, sicuramente più eccentrici e originali, con trame a righine tutte colorate o con altre fantasie. Indipendentemente dal modello scelto, è bene provarlo all’atto dell’acquisto in quanto la vestibilità è la componente più importante per un accappatoio. Per questo motivo è meglio astenersi dal scegliere un accappatoio come regalo, a meno che non si sia assolutamente certi che la taglia scelta sia idonea alla persona a cui volete regalarlo.

Come scegliere l'accappatoio

Come scegliere l’accappatoio per i più piccoli

L’accappatoio, per le sue qualità, è un accessorio indispensabile nel bagno di ogni bambino, soprattutto negli ultimi anni, periodo in cui ha letteralmente soppiantato l’uso degli asciugamani. Dopo il bagnetto, oggi i bambini, dai neonati ai più grandicelli, possono indossare simpatici e coloratissimi accappatoi, per trasformare anche il momento del bagnetto in un gioco divertente.

I modelli per bambini, più che quelli per gli adulti, sono presenti in moltissime varianti, da quelle col cappuccio a quelle con le maniche a kimono, particolarmente comode per infilarlo in un batter d’occhio dolo il bagnetto, a quelle talmente lunghe da avvolgere completamente il bambino. Non c’è da preoccuparsi neanche per quel che riguarda eventuali reazioni allergiche, in quanto gli accappatoi per bambini sono realizzati con materiali speciali che assicurano la massima tolleranza e non irritano nemmeno la pelle più delicata, ad esempio quella dei neonati.

Man mano che gli anni passano e i bambini si fanno sempre più grandi e in grado di decidere sa soli quello che gli piace e quello che non gli piace, gli accappatoi si fanno sempre più colorati e divertenti, con stampe di animali e di fiori, di fate o di qualsiasi altro soggetto che possa rendere il momento del bagno sempre più piacevole e giocoso. Solitamente per i bambini più piccoli gli accappatoi sono realizzati in spugna, una fibra particolarmente resistente ai lavaggi frequenti e ad alte temperature, mentre per i più grandicelli ci sono anche modelli in piqué di cotone con fantasie sempre più elaborate.

Importanti nello scegliere l’accappatoio del bambino sono taglia e vestibilità: va infatti scelto in modo che copra bene, altrimenti il bambino rischia di raffreddarsi inutilmente. L’accappatoio può anche essere un simpatico regalo per un bebè appena nato, in quanto le taglie sono molto semplici da indovinare e spesso i modelli sono simpatici e colorati. Volendo, si possono anche personalizzare con le iniziali del bambino a cui lo volete regalare, in modo da renderlo unico: la personalizzazione può anche essere fatta con un ricamo a mano, per un regalo ancora più prezioso.

Tessuti particolari

Inizialmente, alle origini della sua storia, gli accappatoi erano realizzati prevalentemente in spugna, cioè con il medesimo tessuto che veniva utilizzato per realizzare gli asciugamani: questo perché si pensava che fosse il tessuto migliore per permettere un’asciugatura approfondita del corpo. Ma l’evoluzione e la tecnologia hanno investito anche il settore del tessile e anche questo capo ha potuto godere dei benefici derivanti dalle continue sperimentazioni. Il risultato di questo impegno nella ricerca è una grande varietà di fibre e di tessuti, dalla morbidissima spugna al piqué di cotone, alla canapa fino ad arrivare a quelli con la trama esterna intrecciata con preziosissimi fili di seta.

Questa grande varietà di tessuti permette a ogni persona di scegliere l’accappatoio che meglio si adatta alle proprie necessità e ai propri gusti personali in fatto non solo di colori ma anche di tessuti. Chi è sempre di fretta anche quando si fa il bagno o la doccia sicuramente preferirà un modello di accappatoio in spugna, che è il materiale che tra tutti permette di asciugare il corpo più rapidamente e in modo più completo, magari anche con un cappuccio per frizionare al volo anche i capelli.

Chi invece ama i tessuti leggeri può orientare la propria scelta verso il piqué di cotone a nido d’ape, che cattura rapidamente l’acqua ma non lascia sensazioni di bagnato sulla pelle e offre una sensazione molto diversa da quella di un tradizionale accappatoio in spugna in quanto è molto più leggero e può essere indossato a lungo per rilassarsi dopo il bagno: per questo motivo è generalmente preferito dalle donne, e si trova facilmente in dotazione nei centri di massaggi e nelle SPA.

Tra i tessuti più innovativi per la realizzazione degli accappatoio possiamo citare il lino e la canapa: con questi materiali si realizzano accappatoio leggeri, prettamente estivi ma che non tutti possono gradire in quanto, rispetto ai tradizionali accappatoio in spugna, possono offrire un contatto non altrettanto morbido con la pelle. Questo tipo di accappatoio va utilizzato per asciugarsi ma va tolto dopo l’asciugatura in quanto queste fibre, soprattutto quando umide, non sono l’ideale per favorire la traspirazione della nostra pelle.

Scegliere l’accappatoio per gli sportivi

L’accappatoio è indispensabile nella vita degli sportivi, qualsiasi disciplina pratichino, in quanto dopo lo sport sicuramente si faranno una doccia. Inutile sottolineare quanto sia importante nella vita del nuotatore, che tra spogliatoi e piscina ne farà un largo uso, magari indossandolo prima di una gara per mantenere i muscoli al caldo o appena uscito dalla vasca per non raffreddarsi.

Per scegliere l’accappatoio dedicato a un pubblico sportivo ci si orienta su modelli realizzati in spugna ipoallergenica e molto traspirante, non particolarmente pesanti e quindi facilmente trasportabili nel borsone da palestra o da nuoto, disponibili in differenti versioni che si differenziano per la presenza o meno del cappuccio, e per la lunghezza. I modelli per nuotatori professionisti infatti solitamente non hanno il cappuccio in quanto i capelli già sono protetti dalla cuffia e non sono neanche molto lunghi e offrono un’ottima vestibilità e comodità in modo da permettere al nuotatore di effettuare un minimo di riscaldamento senza intralci prima di entrare in vasca. Anche in questo caso è consigliabile provarlo personalmente prima dell’acquisto in modo da verificare che le sue caratteristiche corrispondano alle vostre esigenze.

Nel settore dello sport gli accappatoi sono tutti realizzati in spugna di cotone, che è il materiale ideale per evitare sbalzi indesiderati di temperatura. In più, questo tessuto è particolarmente resistente sia ai lavaggi ripetuti che alle alte temperature di lavaggi che a qualsiasi additivo vi venga in mente di mettere nella lavatrice: questo perché le piscine e i bagni delle palestre sono frequentate da molte persone ed è quindi facile che microbi e batteri trovino nell’accappatoio un luogo ideale dove proliferare, per questo è necessario lavarlo spesso e bene, di conseguenza il tessuto con cui è realizzato deve essere particolarmente resistente.

A questo proposito è sconsigliabile anche indossare per errore l’accappatoio di un compagno, quindi sarebbe meglio personalizzarlo con le proprie iniziali. Per quel che riguarda il colore dell’accappatoio, solitamente i colori che vanno per la maggiore nei modelli sportivi sono quelli scuri, quindi blu, neri e grigi, spesso in abbinamento con le ciabatte. I modelli sportivi da donna invece hanno a disposizione anche modelli con tonalità più chiare.

Dove acquistare l’accappatoio e quanto costa

Gli accappatoio possono essere acquistati nei negozi di biancheria oppure nei punti vendita di biancheria per il bagno e per la casa se si desidera un accappatoio particolarmente bello o realizzato con un tessuto o un colore particolari. Se invece di desidera un accappatoio “normale” per tutti i giorni se ne trovano molti anche nei centri commerciali e nei supermercati, ovviamente nei reparti biancheria: in questo i caso i costi sono notevolmente ridotti, anche se la qualità potrebbe essere non superiore e non esserci tanta varietà in quanto a modelli e colori, quindi è bene valutare l’uso che ne faremo prima di scegliere il posto dove comprarlo, in quanto magari con l’idea di risparmiare ci troveremo in bagno un accappatoio non tanto morbido o non tanto comodo, che durerà forse anche meno di un accappatoio acquistato in un centro specializzato.

Nel caso degli accappatoi destinati ad un uso sportivo invece, se ne trovano in abbondanza nei negozi di sport anche se hanno un prezzo leggermente più elevato a quelli che potremmo trovare in un supermercato o in un negozio di biancheria, visto che solitamente vengono realizzati con materiali particolarmente resistenti, nati per essere più duraturi anche in un’ottica di lavaggio frequente e ad alte temperature.

Chi vuole dotarsi di un comodo indumento da bagno ma non vuole comunque rinunciare dai piaceri estetici offerti dalla moda, può orientare la propria scelta sugli accappatoi griffati che sempre più spesso fanno la loro comparsa nelle linee dei maggiori stilisti, e che possono avere anche prezzi notevolmente elevati poiché spesso sono anche riccamente decorati con inserti preziosi, piume o brillantini Swarovsky. In questi casi l’accappatoio viene venduto con le ciabattine da bagno e l’asciugamano coordinati, anche se dato l’utilizzo che se ne deve fare forse è meglio scegliere modelli più sobri, che avranno anche una maggiore durata nel tempo, al di sopra e la di fuori delle mode.

Molto costosi, in proporzioni, possono rivelarsi anche gli accappatoi per bambini, nonostante venga impiegata una minore quantità di tessuto per realizzarli, e questo a causa delle decorazioni e delle rifiniture eseguite ad arte, per non parlare dei tessuti speciali e ipoallergenici adatti alle pelli più delicate come quelle dei neonati.

Gli accappatoio per bambini possono essere acquistati nei punti vendita di prodotti per l’infanzia o nei negozi dedicati alla biancheria. In previsione di doverne acquistare uno, è meglio abbondare con la taglia in modo da accompagnare per un po’ di tempo la crescita del bimbo, ammortizzando così il più possibile il costo.

Siti internet per scegliere l’accappatoio

  • Zucchi
  • Bassetti
  • Nike – http://store.nike.com/it/it_it/
  • Speedo – http://www.speedo.it/it/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *